Ventinovesima Mostra Assaggio dei Vini dei Colli Bolognesi

Ventinovesima Mostra Assaggio dei Vini dei Colli Bolognesi

Print Friendly, PDF & Email

Il Mercato Ritrovato di Piazzetta Pier Paolo Pasolini e Piazzetta Magnani in Via Azzo Gardino 65 a Bologna. Ha ospitato per il quinto anno consecutivo la Mostra Assaggio dei Vini dei Colli Bolognesi.

18 le cantine presenti dalle 17.30 alle 21.30 in una annata particolarmente difficile per le attività artigianali del territorio.

La provincia di Bologna ha sofferto come le altre a causa della soppressione di tutti gli eventi fieristici.

La chiusura prolungata di ristoranti, trattorie, locali, enoteche, wine bar, circoli ha messo a dura prova la tenuta delle cantine.

La Mostra diventa quindi assai importante come momento di ripresa e rilancio del bere a Bologna e provincia.

Nelle due piazze i banchi delle cantine e del cibo da strada erano disposti per garantire il massimo della sicurezza.

Organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Bologna ha visto la partecipazione di diciotto cantine.

Cantina Maria Letizia Gaggioli.

Cantina Valsamoggia.

Cantina Botti.

Cantina Floriano Cinti.

Casetta Belvedere.

Terre Rosse Vallania.

Il Monticino.

La Mancina.

Podere Riosto.

La Marmocchia.

Corte d’Aibo.

Tenuta Santa Cecilia alla Croara.

Tizzano.

Tenuta La Riva.

Azienda Agricola Zanardi Alessandro.

Lodi Corazza.

Orsi Vigneto San Vito.

Manaresi.

Aziende storiche e di nascita recente, sono ubicate nel territorio e sono coltivate le uve che originano il vino simbolo dei Colli Bolognesi: il Pignoletto.

Quest’anno il Pignoletto DOCG compie dieci anni, poteva essere degustato assieme alle pregevoli tipologie del territorio: Bianco e Rosso Bologna, Barbera, Cabernet Sauvignon, Merlot.

Il ticket di ingresso  fissato a 20 euro comprendente un calice personalizzato in omaggio consentiva la degustazione libera di tutti i vini presenti.

La vendemmia 2020 nei Colli Bolognesi presenta uve di straordinaria qualità che preannunciano una annata eccellente.

Giacomo Savorini è il direttore del Consorzio e ha affermato che i produttori e il Consorzio vogliono essere vicini alla città, dando un segnale positivo.

Con l’augurio che tutto possa ripartire presto e bene. Massima attenzione alla sicurezza per far passare ore piacevoli a chi si è recato all’evento.

Umberto Faedi 

About The Author

Umberto Faedi

Vicedirettore

Related posts