Vini e Ristorazione

Valutarsi per saper valutare, sondaggio tra sommelier

Mettersi sotto esame per poter rispondere delle aspettative è l’idea venuta all’AIS Veneto per tastare il livello di soddisfazione degli aspiranti sommelier iscritti ai corsi proposti dalla associazione regionale.

L’Associazione dei Sommelier veneti ha, infatti, realizzato un sondaggio tra i corsisti degli ultimi 12 mesi per valutarne alcuni elementi, eventualmente utili a migliorare l’approccio con il pubblico e con i tanti aspiranti sommelier.

L’indagine, svolta a campione su diversi livelli ha coinvolto più di un migliaio di corsisti, perché «volevamo capire più chiaramente quale fosse il profilo dell’aspirante sommelier veneto ma anche se la nostra formazione rispondesse alle aspettative e quale fosse il livello di soddisfazione dei partecipanti», ha spiegato Marco Aldegheri, presidente AIS Veneto, ritenendo che “i risultati sono stati decisamente interessanti”.

Innanzitutto, il sommelier è giovane, dato che il 53% dei partecipanti risulta essere tra i 18 e i 35 anni, il 41% tra i 36 e 55 anni ed il restante 6% un over 55, con una prevalenza di alto livello di scolarizzazione (41% laureati).
Viene confermata la tendenza osservata da diversi anni a questa parte che aumenta l’interesse femminile per il mondo del vino, e, infatti, il 42% dei corsisti è rappresentato da donne.

Significativa la motivazione che spinge ad iscriversi ad un corso AIS: se il 20% decide di farlo per qualificare ulteriormente le proprie competenze lavorative, più del 53% dei corsisti dichiara di essersi iscritto per seguire la propria passione per il mondo del vino.

Molto soddisfacenti per l’Associazione e il suo presidente, le risposte sulla valutazione della formazione: oltre il 92% dei corsisti la giudica di livello buono e addirittura ottimo.

In questo percorso si inserisce anche la collaborazione con la finanziaria Consel/Banca Sella, attivata da gennaio 2017, che per la prima volta ha reso possibile dilazionare il pagamento del costo d’iscrizione in più rate, un’opportunità che l’associazione veneta, tra le prime in Italia, ha voluto avviare per rispondere alle tante richieste arrivate da aspiranti sommelier, un servizio aggiuntivo per poter aprire il mondo della sommellerie a quante più persone possibile, con un occhio di riguardo per i più giovani.

I prossimi corsi di 1° e 2° livello, già calendarizzati, prenderanno avvio nel mese di settembre 2017, presso le Delegazioni provinciali. Sul sito dell’AIS Veneto tutte le informazioni.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button