Testata
Testata
Testata
Testata
Testata
Testata
Testata
Valutarsi per saper valutare, sondaggio tra sommelier

Valutarsi per saper valutare, sondaggio tra sommelier

image_pdfimage_print

Mettersi sotto esame per poter rispondere delle aspettative è l’idea venuta all’AIS Veneto per tastare il livello di soddisfazione degli aspiranti sommelier iscritti ai corsi proposti dalla associazione regionale.

L’Associazione dei Sommelier veneti ha, infatti, realizzato un sondaggio tra i corsisti degli ultimi 12 mesi per valutarne alcuni elementi, eventualmente utili a migliorare l’approccio con il pubblico e con i tanti aspiranti sommelier.

L’indagine, svolta a campione su diversi livelli ha coinvolto più di un migliaio di corsisti, perché «volevamo capire più chiaramente quale fosse il profilo dell’aspirante sommelier veneto ma anche se la nostra formazione rispondesse alle aspettative e quale fosse il livello di soddisfazione dei partecipanti», ha spiegato Marco Aldegheri, presidente AIS Veneto, ritenendo che “i risultati sono stati decisamente interessanti”.

Innanzitutto, il sommelier è giovane, dato che il 53% dei partecipanti risulta essere tra i 18 e i 35 anni, il 41% tra i 36 e 55 anni ed il restante 6% un over 55, con una prevalenza di alto livello di scolarizzazione (41% laureati).
Viene confermata la tendenza osservata da diversi anni a questa parte che aumenta l’interesse femminile per il mondo del vino, e, infatti, il 42% dei corsisti è rappresentato da donne.

Significativa la motivazione che spinge ad iscriversi ad un corso AIS: se il 20% decide di farlo per qualificare ulteriormente le proprie competenze lavorative, più del 53% dei corsisti dichiara di essersi iscritto per seguire la propria passione per il mondo del vino.

Molto soddisfacenti per l’Associazione e il suo presidente, le risposte sulla valutazione della formazione: oltre il 92% dei corsisti la giudica di livello buono e addirittura ottimo.

In questo percorso si inserisce anche la collaborazione con la finanziaria Consel/Banca Sella, attivata da gennaio 2017, che per la prima volta ha reso possibile dilazionare il pagamento del costo d’iscrizione in più rate, un’opportunità che l’associazione veneta, tra le prime in Italia, ha voluto avviare per rispondere alle tante richieste arrivate da aspiranti sommelier, un servizio aggiuntivo per poter aprire il mondo della sommellerie a quante più persone possibile, con un occhio di riguardo per i più giovani.

I prossimi corsi di 1° e 2° livello, già calendarizzati, prenderanno avvio nel mese di settembre 2017, presso le Delegazioni provinciali. Sul sito dell’AIS Veneto tutte le informazioni.

Maura Sacher

About The Author

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi