Curiosità

Un ponte senza glutine a Gluten Free Fest

Fino al 2 giugno, a Perugia, nell’area Verde di Pian di Massiano, è in corso il Festival del senza glutine, iniziativa nata dalla constatazione che in Italia chi è intollerante al glutine si trova spesso in difficoltà ogni qual volta deve consumare un pasto fuori dalle mura domestiche.

Una kermesse di quattro giorni (30 maggio-2 giugno 2015), patrocinata da AIC – Associazione Italiana Celiachia, Regione Umbria, Comune di Perugia, Camera di Commercio di Perugia, Confcommercio Perugia e Confesercenti Umbria, che tra tante attività interessanti e divertenti anche per i bambini, ha il pregio radunare decine di migliaia di persone accumunate da un unico interesse.

Il Gluten Free Fest è il primo grande festival GFF2015_Logointeramente dedicato alla Celiachia, una intolleranza ‘permanente’ al glutine, sostanza proteica presente nell’avena, nel frumento, nel farro, nel kamut, nell’orzo, nella segale, nella spelta e nel triticale. Nel contempo solleva l’attenzione del grande pubblico e degli operatori dell’agroalimentare, visto che la “sensibilità” al glutine sta aumentando nella popolazione e compare improvvisa, spesso ignorata come causa dei disturbi accusati.

La cura consiste nell’escludere completamente dal proprio regime alimentare alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di glutine dal piatto.
Questo implica un forte impegno di informazione e di ri-educazione sul cibo, che giustamente coinvolge anche la categoria degli chef.

E, infatti, il Fest ospita momenti di approfondimento culturale, trattando argomenti attinenti la malattia celiaca e disturbi glutine-correlati, alla dieta senza glutine, ma anche presentazione di ricette per mangiare gluten free con gusto, dagli antipasti al dessert.

Inoltre, hanno aderito all’iniziativa alcune celebrità nel mondo del senza glutine: lo chef Marco Scaglione, il pizzaiolo Marco Amoriello e l’esperto di birre Alfonso Del Forno, e lo chef celiaco Marcello Ferrarini che ha messo in un libro la sua personale esperienza.

Interessanti informazioni sul tema si possono trovare nel sito del Gluten Free Fest e dell’AIC che da più di 30 anni promuove l’assistenza ai celiaci e la ricerca sugli alimenti rischiosi per la loro salute.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button