Vini e Vigne

Un castello per il vino

Tra le colline caiatine, precisamente sul territorio che va da Capua all’antico Sannio, sorge Castel Campagnano, è qui che si estendono meravigliose vigne dove si allevano antichi vitigni autoctoni, preservandoli nel tempo e diffondendone la loro conoscenza.

Parliamo del Pallagrello Nero e del Pallagrello Bianco, del Casavecchia e perché no dell’Aglianico Amaro, vinificati in purezza per lasciar apprezzare le peculiarità distintive di ognuno.

A Castel Campagnano, si erge Castello Ducale, antico maniero di straordinaria bellezza risalente al 1700, nel suo interno è custodita una piccola Chiesa Paleocristiana dell’XI secolo dai preziosi affreschi tardo bizantini  battezzata Cappella di S.Michele Arcangelo, mentre i sotterranei, vere e proprie profonde cavità di natura tufacea, da sempre sono state utilizzate come cantine del Castello, poiché in ogni stagione la temperatura è costantemente di 13 gradi offrendo le condizioni ottimali per la maturazione e l’affinamento dei vini.

Castello Ducale oggi è sede dell’avviata azienda vitivinicola della famiglia Donato, che conduce 15 ettari vitati tutti ad indirizzo biologico, producendo appunto, vini dagli storici vitigni del territorio, un’attività che è cresciuta nel tempo stimolata dall’ atavica passione di famiglia di allevare viti e produrre uve per vini di qualità.

Osvaldo Donato, seguendo le orme di papà Antonio, tiene le redini aziendali, ma soprattutto è riuscito dopo attente sperimentazioni di cantina, a produrre vini che riescono a soddisfare i palati più esigenti, ma anche quelli curiosi di approcciarsi alle uve caiatine.

In degustazione, il Pallagrello Nero e quello a bacca bianca di Casello Ducale, vitigni tanto apprezzati dalle più lontane epoche storiche, si esprimono perfettamente con i loro profumi delicati e non spinti, vini equilibrati e piacevoli al gusto, di buona freschezza e sapidità, morbidi e persistenti.

Storia e territorio, in un calice di vino.

Angela Merolla

www.castelloducale.com


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco.
Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746

Articoli correlati

One Comment

  1. Pingback: Un castello per il vino - eg news ← ProgettodiVino.it
Back to top button