Curiosità

Tre cocktail per una socialità possibile

La cosiddetta “Fase 2” sembra imminente, anche se con tante limitazioni si potrà tornare a vivere una sorta di provvisoria nuova socialità. Probabilmente non allo stesso tavolo però magari  sorseggiando lo stesso drink a distanza di sicurezza sarà possibile fare quattro chiacchiere condividendo le stesse atmosfere di gusto che un grande cocktail è in grado di dare. All’insegna del Ramsbury Gin ecco tre proposte tra cinema e fantasia nella speranza di ritrovare il gusto di stare insieme…in qualche modo.

Burrows

(ispirato al film ‘The  Darwin Awards’, di Finn Taylor, 2006)

Barman: Antonio Masi, capo bar del Tatabui bistrot e cocktail bar di Torino

Ingredienti: 5 cl Ramsbury Gin – 3 cl Vermouth Rosso OSCAR.697 – 1,5 cl Amaro Formidabile – 1 spoon estratto di tamarindo Erba

Bicchiere:  Rock basso

Preparazione: Preparare il cocktail direttamente nel bicchiere: versare tutti gli ingredienti e miscelare fino a far sciogliere l’estratto di tamarindo. Riempire di ghiaccio fino a colmare e girare il tutto con una “cucchietta”, attenti a non farvi  male…

Ispirazione: The Darwin Awards è un’originale commedia indie presentata al Sundance Film Festival che riporta come sottotitolo italiano ‘Suicidi accidentali per menti poco evolute’ e ha ispirato un drink a sua volta ispirato al nome del protagonista, interpretato da Joseph Fiennes. Michael Burrows è un criminologo maniaco del controllo, emofobico e ossessionato dai Darwin Awards, premio sarcastico che ogni anno viene attribuito alla persona morta nel modo più stupido e bizzarro. Un cliente difficile da soddisfare, anche perché, forse, anche astemio. Ma in un mondo dove esisteuna persona che attacca un razzo alla propria  auto, perchè non provare a far bere un astemio? E poi la bellissima Siri – Wynona Ryder – insofferente verso alcuni suoi comportamenti, sarà  un’ottima spalla complice e renderà il lavoro più semplice… Il barman Antonio Masi ha immaginato questa coppia improbabile al bancone del bar. Protagonista del drink è il Ramsbury Gin, che rappresenta Burrows, inglese come Fiennes, Single Estate Gin dalle molte sfaccettature come il protagonista, prodotto con 9 componenti botaniche: ginepro, mela cotogna, coriandolo, angelica, radice dell’iris (giaggiolo), liquirizia, limone, arancia e cannella, distillate insieme con alambicco tradizionale per gin in rame. I due italiani Vermouth Rosso OSCAR.697 e Amaro Formidabile delineano il carattere di Siri, con il tamarindo a ritagliarsi la veste di ingrediente insolito, rappresentando le assurdità ‘reali’ che accadono nel  film.

Tu La Conosci Dorothy?

(ispirato al film ‘Ragazze Interrotte’ di James Mangold, 1999)

Bartender: Ilaria Bello, bar manager del Talea di Torvaianica (Roma)

Ingredienti: 4,5 cl Ramsbury Gin – 1,5 cl Ramsbury Vodka infusa all’ukrop – 1 spoon di Amaro Venti

Garnish: rametto di Ukrop

Preparazione: Versare del ghiaccio in un mixing glass e girare con uno spoon per raffreddare, quindi togliere, con l’aiuto di un strainer, l’acqua formatasi e versare tutti gli ingredienti nel mixing glass. Girare ancora per raffreddare il drink e versare in una coppetta ghiacciata. Decorare con un rametto di ukrop, erba di origine russa utilizzata in cucina, simile all’aneto.

Ispirazione: Un drink ispirato al film ‘Ragazze Interrotte’, che racconta la storia di Susanna – interpretata da Wynona Ryder – all’apparenza normale a cui, in seguito a un tentativo di suicidio, viene diagnosticato un disturbo borderline della personalità e imposto il ricovero in una struttura psichiatrica. Susanna rappresenta una giovane donna in cerca di se stessa e del proprio posto nel mondo, ribelle nei confronti delle convenzioni e, allo stesso tempo, profondamente malinconica e incline all’autodistruzione. Personalità che ricorda molto quella di Dorothy Parker, cinica e malinconica scrittrice di successo, conosciuta per la sua dedizione all’alcool e al cocktail Martini. Ed è proprio un twist sul cocktail Martini quello che Ilaria Bello, bar manager del Talea a Torvaianica, sul litorale romano, ha voluto dedicare alla protagonista del film e alla controversa Dorothy, con questa eccentrica poesia citata dal personaggio di Angelina Jolie, altra magnifica interprete del film: “Il rasoio fa male, il fiume è troppo basso, l’acido è bestiale, la droga da il collasso, la corda si spezza, la pistola è proibita, il gas puzza, allora viva la vita”. Un drink che unisce ingredienti di altissima qualità, il gin e la vodka single estate dell’inglese Ramsbury, le cui tenute da oltre 19mila ettari dominano le lussureggianti colline del Wiltshire, tra Londra e Cardiff, con il limpido fiume Kennet a donare l’acqua usata nella distilleria. E l’Amaro Venti, unico amaro realizzato con sole botaniche raccolte in Italia: venti ingredienti, uno per ciascuna regione, lavorati e maturati in Piemonte dalla famiglia Rivolta.

My Personal 13

Bartender: Stefano Santucci, head barman dell’Hotel Hassler di Roma

Ingredienti: 2 cl Ramsbury Gin – 2cl Campari – 2cl Carpano Antica Formula – 2cl Spremuta di Melograno –          2 gocce di sciroppo homemade al rosmarino

Garnish: rametto di rosmarino, chicchi di melograno, grattata di pepe nero lungo del Bengala.

Preparazione: Preparazione molto semplice: direttamente con ghiaccio in the rocks in un bicchiere basso old fashioned, con aggiunta di decorazioni e grattata di pepe nero lungo da realizzare direttamente davanti al cliente.

Ispirazione: Il cocktail è stato creato da Stefano Santucci per festeggiare lo scorso anno i suoi primi 13 anni da Head Barman all’Hotel Hassler di Roma. L’ispirazione è il classico Negroni che proprio lo scorso anno festeggiava il Centesimo anniversario, drink italiano tra i più richiesti nel mondo. Quindi, per combinare i due anniversari, ho creato questo cocktail, che è nel menu tra gli special drink della carta dell’ Hassler Bar.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button