Tiramisù World Cup “Summer Selection” a Bibione

Tiramisù World Cup “Summer Selection” a Bibione

Print Friendly, PDF & Email

Bibione (Venezia) si prepara ad accogliere la Terza Edizione del Tiramisù World Cup “Summer Selection”, che il 22 e il 23 giugno 2019, in piazza Treviso, su ampi banconi vedrà cimentarsi e a sfidarsi decine di concorrenti, rigorosamente non professionisti, nella preparazione del Tiramisù, uno dei dolci al cucchiaio più famosi in Italia e simbolo del Belpaese nel mondo.

La Tiramisù World Cup è una gara eliminatoria: in ogni fase il migliore passa alla fase successiva. Durante le selezioni i concorrenti vengono divisi in gruppi composti al massimo da 10 iscritti che concorrono nella medesima categoria, Ricetta Originale o Ricetta Creativa. Ad ogni gruppo viene assegnata una giuria. Vince il Concorrente che totalizza il punteggio più alto del suo gruppo.
La gara per la Categoria Ricetta Originale è in programma il 22 giugno dalle 18 alle 20, mentre la sfida per la Ricetta Creativa, con la migliore rivisitazione del dolce classico, si svolgerà dalle 20 alle 22.
Nella serata del 23 giugno i migliori si contenderanno il titolo di “Vincitore di Tappa” per poi passare alle semifinali e finali del 3 novembre 2019 a Treviso.

Gli ingredienti base per preparare il Tiramisù, stabiliti dagli organizzatori e consegnati ai concorrenti all’inizio della gara sono i Savoiardi Vicenzovo di Matilde Vicenzi, il caffè Hausbrandt, il mascarpone Lattebusche, le uova, il cacao e lo zucchero. Il Regolamento esclude rigorosamente l’impiego di alcol.
La Ricetta Originale prevede l’utilizzo obbligatorio dei 6 ingredienti base.
Con la Ricetta Creativa ognuno può dare libero sfogo alla fantasia, fatti salvi 4 ingredienti base: mascarpone, uova (tuorlo e, a scelta, anche l’albume), caffè, cacao. È permessa la sostituzione dei Savoiardi con biscotti o Pan di Spagna e l’aggiunta di massimo 3 ingredienti, a discrezione del concorrente.

L’evento è realizzato grazie alla collaborazione con il Comune di San Michele al Tagliamento, Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, Confcommercio Bibione e Confcommercio Portogruaro e con la promozione e il coordinamento generale del Distretto Turistico Venezia Orientale.

Il Tiramisù è iscritto nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali (i Pat) del MIPAAF, primo passo anche per il percorso verso la registrazione europea delle specialità protette, e intanto, dal 2017, ha già la sua Festa, il Tiramisu Day, 21 marzo. L’iter di riconoscimento del Tiramisù quale Prodotto agroalimentare tradizionale è iniziato con una domanda presentata dalla delegazione di Udine dell’Accademia Italiana della Cucina, sulla base di una ben documentata ricerca sulle origini, che vedevano contrapporsi (a suo di carte bollate) due versioni che il Friuli Venezia Giulia tramanda come primigenie: quella “carnica”, un trancio di savoiardi e mascarpone conosciuto come “Tirimi su”, che sarebbe stata inventata negli anni ’50 nell’albergo ristorante “Roma” di Tolmezzo (Udine), e quella “bisiacca”, un semifreddo in coppa noto come “Coppa Vetturino Tìrime Su”, servita pare già negli anni ’40 alla trattoria omonima di Pieris (Gorizia).
È altresì documentato che solo negli anni ’70 a Treviso, al ristorante Alle Beccherie, il cuoco “inventò” il dessert chiamato “Tiramisù”.
Ma, al di là della questione delle date e dei campanilismi, resta il fatto che questo dolce è ormai diffusissimo tanto che ognuno ormai lo replica a proprio gusto, e con competizioni quale Tiramisù World Cup fa piacere provare versioni nuove e sicuramente gustosissime.

E fra coloro che aspettano la tappa di Bibione – Venezia Orientale della Tiramisù World Cup c’è anche Roberto Lestani, presidente della Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria (F.I.P.G.C.), sostenitrice della manifestazione fin dalla prima edizione nel 2017.

Maura Sacher

About The Author

Related posts