Info & Viaggi

Tartufo a San Miniato

tartufo-bianco-di-san-miniato
tartufo-bianco-di-san-miniato

Cena a base di tartufo bianco quella dedicata a giornalisti enogastronomici e alle autorità di zona per l’inizio delle manifestazioni dedicate al fungo ipogeo eccellenza della zona di San Miniato (PI)
Nel territorio si San Miniato in Toscana nel cuore della Valdegola a La Serra da venerdì 23 a domenica 25 settembre 2016 si svolgerà la 9° sagra del Tartufo Bianco e del Porcino e la  l’anteprima è stata l’occasione per raccontare il territorio e tutte le novità che accompagneranno in questo 2016 la Sagra.

 

Il tartufo bianco di San Miniato è stato quindi protagonista assoluto della cena al tartufo che, dato il tempo inclemente, si è svolta nel vecchio circolo ARCI a La Serra.  Ambiente  semplice e casareccio ma con piatti a base di tartufo ideati dallo chef Paolo Fiaschi del ristorante Papaveri e Papere di San Miniato (secondo classificato in provincia di Pisa per le guide dell’Espresso e da sempre tra i migliori interpreti del tartufo bianco a tavola) che ha guidato la brigata di cucina che, come sempre, gestirà pranzi e cene di tutta la manifestazione.

 

tortelli-con-zucca-ricotta-e-sedano-rapa-al-tartufoTartufo dall’antipasto al dolce con un’apertura data da un meraviglioso carpaccio di Chianina con tartufo bianco e una mouse di Parmigiano su crema di asparagi con scaglie di tartufo bianco dove il gusto intenso del parmigiano si sposava bene con quello morbido dell’asparago e che il tartufo rendeva intenso boccone dopo boccone.
Primo piatto di  tortelli di zucca e ricotta con sedano rapa e tartufo bianco, forse un po’ asciutti all’interno ma compensato dalla crema di sedano rapa e per finire cima di manzo dalla cottura perfetta con  patate rosolate saporite al punto giusto e grandi scaglie di tartufo bianco. Dolce naturalmente al tartufo che coronava una delicata crema di mascarpone su cui prevaleva ma che, in bocca, ben si integrava con la nota  dolce della preparazione. Vini delle colline delle aziende Collebrunacchi e Agrisole.

 

Durante le tre giornate dedicate al tartufo bianco e al fungo porcino si svolgeranno eventi di ogni tipo e tra un assaggio e l’altro sarà possibile imparare la storia di questo territorio tra passeggiate e ricerca di tartufi insieme ai tartufai e ai loro cani.  Da segnalare domenica 25 la passeggiata tra aneddoti e racconti di guidata Giovanni Corrieri, conosciuto e apprezzato da molti anni come guida di gruppi e di pellegrini lungo la via Francigena  con tanto di soste con prodotti del territorio lungo il percorso.

L’appuntamento è per tutti per venerdì 23 (a cena) sabato 24 (a cena) e domenica 25 settembre (a pranzo e a cena) a La Serra (Pisa) al Tendone delle Feste con la nona sagra del tartufo bianco e del fungo porcino.

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button