Super Wines ritorna a Bologna al Relais Hotel Bellaria

Super Wines ritorna a Bologna al Relais Hotel Bellaria

Print Friendly, PDF & Email

Le pregevoli degustazioni organizzate da Go Wine ritornano finalmente a Bologna.

Ventisei cantine in rappresentanza di quasi tutte le regioni d’Italia hanno presentato i loro vini nelle sale del Relais Hotel Bellaria.

C’era solo davvero un grande imbarazzo della scelta.

I Colli Bolognesi erano degnamente rappresentati da Cristiana Galletti con Podere Riosto ubicato sulle colline a Pianoro e dalla storica azienda Terre Rosse Vallania di Zola Predosa.

Molto apprezzabili i vini ancestrali, finalmente, i Lambruschi e gli Spumanti di Tenuta Forcirola ubicata a Bomporto rappresentati da Fabio Bassi con perfetta acidità e bellissimi colori al bicchiere.

Pregevoli e ricchi di sentori i vini marchigiani di collina della Cantina Vicari di Morro d’Alba con ottime interpretazioni di Verdicchio, Lacrima fra le quali uno Spumante Rosato che reca squisite note floreali e il Vino di Visciole col quale ho terminato la mia degustazione.

mpagabile la simpatia, la cortesia e non ultima la bellezza di Valentina Vicari, sempre sorridente e charmant.

Sempre pregevole Gradis’ciutta di San Floriano del Collio. Robert Princic ha presentato Ribolla, Ribolla Spumante, Friulano, Malvasia con ottimo equilibrio e profumi eccelsi.

Rimanendo in Friuli la Cantina Gigante di Corno di Rosazzo mi ha stupito con uno Schiopettino Spumante e un pregevole Friulano.

Lis Neris di San Lorenzo Isontino è sempre molto gradevole da degustare. Vajra di Serralunga d’Alba è distribuita da Baietti Rappresentanze.

Pregevoli i Baroli dei diversi Cru, Barbera, Nebbiolo, Riesling, Dolcetto e l’Asti Moscato.

Marisa Cuomo di Furore rappresentata da Massimo Lelli ha portato in degustazione Costa d’Amalfi Furore Bianco e Rosso DOC.

La Casetta di Castelbolognese ha presentato una pregevole Albana Secca e uno Spumante Rosato a prevalenza Sangiovese davvero sorprendente e con un colore affascinante.

Produce la Saba secondo una ricetta tradizionale. La Cantina Vignalta di Arqua’ Petrarca rappresentata da Alessandro Borri mi ha stupito con vini bianchi profumati e minerali, molto francesi, e con vini rossi di carattere e assai gradevoli.

La Cantina Picchi di Casteggio in Oltrepo Pavese ha presentato una pregevole selezione di spumanti. Da Barchi sulle colline di Pesaro e Urbino la Cantina Fiorini è in attività dal 1849.

Ha presentato una selezione di Bianchello del Metauro, un interessante Rosato da uve Sangiovese e uno Spumante blend di Bianchello, Chardonnay e Malvasia.

La degustazione era allietata dagli assaggi di Olio Extravergine d’Oliva della Azienda Agricola Tenute Fragassi di Città Sant’Angelo, provincia di Pescara.

Un olio veramente eccellente e delizioso da assaporare col pane. Non sono mancate le preparazioni dello Chef Giancarlo Carboni del Ristorante Acqua Pazza delegato petroniano di Go Wine.

Umberto Faedi 

About The Author

Umberto Faedi

Vicedirettore

Related posts