Curiosità

Stoccarda incontra Torino

Stoccarda, capitale dello stato federato del Baden-Württemberg e Torino mai gemellate, ma con molte affinità. Lo abbiamo scoperto in occasione di un piacevole dinner talk organizzato dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo e non a caso proprio al Museo dell’automobile a Torino con la partecipazione del dott. Erwin Rauhe Presidente della Camera di Commercio Italo-Germanica, Ulrich Ruter e Agata Marchetti, Ente nazionale Germanico per il turismo, Andrea Gewrlach e Laura Cambiago della regione di Stoccarda.

Nella relazione introduttiva sono stati tutti d’accordo nel confermare che i rapporti commerciali tra i due paesi si collocano all’interno di un positivo contesto di andamento generale, soprattutto il turismo che vede una crescita attorno al 6% superiore rispetto ai dati della scorsa stagione.

Stoccarda incontra Torino proprio al Museo dell’auto, infatti l’industria museo_mercedes_1automobilistica unisce i due paesi e le due città ne sono il simbolo. Stoccarda viene considerata la patria dell’automobile perché ospita dal 1885 le sedi delle principali  aziende del settore, una storia  che si vive nei musei Porsche e Mercedes Benz. E come Torino anche la componentistica ed il settore elettronico hanno i loro punti di eccellenza.  Per un vero sogno a quattro ruote,  a Stoccarda esiste anche un hotel, il V8, che dispone di  10 camere il cui tema sono le automobili:  carrozzerie di leggendarie auto d’epoca ospitano letti e divani, gli orologi sono contachilometri, gli appendi abiti hanno la forma di pistoni. D’altra parte anche a Torino un artista geniale, lo scultore Mimmo Laganà  con pezzi e parti di ricambio di autovetture crea nel suo atelier, una ex- cartiera in disuso, Factory dreams, opere veramente originali.

Stoccarda e Torino entrambe attraversate da fiumi dispongono di ampi spazi verdi proprio nel centro. E le analogie non finiscono qui, pensiamo 1548_1600all’enogastronomia: ad esempio i Maultaschen ravioli di pasta all’uovo con ripieno di carne tritata, spinaci, uova, cipolle, prezzemolo e spezie ricordano i nostri agnolotti. Stoccarda poi è situata in una delle principali regioni vinicole del paese, da oltre trent’anni infatti viene ricreato il Weindorf, ovvero il villaggio del vino, una kermesse di due settimane che ospita  dai migliori Trolliger di Stoccarda al Tauberschwarz, vitigno autoctono con cui si produce un rosso leggero e fruttato. Imperdibile The Stuttgart Museum of Viniculture, un museo sulla produzione e storia della viticoltura .feste_weindorf06

Piera Genta


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button