Stile e Società

A Sirignano ce sta na Taberna……

“Il cibo racconta…attraversa la storia… varca confini e avvicina mondi”.

Con questi versi tratti dal “Libro de guisados”, i padron di Taberna del Principe a Sirignano in provincia di Avellino, Giovanni e il fratello Sabatino Arvorio, rispettivamente chef e direttore di sala, accolgono i loro clienti lasciando intendere il valore che essi danno al cibo e alle pietanze.

Non a caso lo scorso anno gli è stato conferito il riconoscimento Ruperto de Nola, che ha premiato la migliore cucina tradizionale, riscattata nel tempo, riproposta in difesa del territorio e dei suoi prodotti più tipici.

1661931_933553383321851_4891750487190333992_nAmbiente accogliente e raccolto, colori vividi stemperati dall’arredo classico, la grande lavagna nera a parete con citazioni sul cibo, il tutto completato dal servizio professionale di Elia Casale che presenta piatti e vini in abbinamento, a valorizzarne le qualità.

10968328_933554326655090_5316451136186913431_nLa cucina dello Chef Arvorio, coadiuvato dal sous chef Francesco Prisco, è tutt’altro che scontata, riscatta la storia e le tradizioni territoriali portando in cucina prodotti ripresi nel tempo e riproposti con grande armonia in vesti moderne.

10957557_933554563321733_1159224519730227630_nParticolare attenzione al pane preparato con lievito madre e realizzato in varie tipologie spesso arricchito con verdure e aromi, pur portando sempre in tavola il pane locale, quello “cafone”.

Pasta trafilata al bronzo, ingredienti selezionati uno ad uno dagli antipasti ai dessert, cura nella presentazione dei piatti, stimolante l’armonia cromatica e olfattiva, che si completa al palato con sapori ben equilibrati in una rotonda piacevolezza.

10454910_933550006655522_4339677259687922393_nAll’ingresso in sala, le sedie sono accostate al tavolo di sbieco, una posizione accattivante che invitano alla seduta e al percorso emozionale con i piatti di Giovanni Arvorio.

Angela Merolla

tabernadelprincipe.com


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button