Curiosità

Sfida all’ultima pinta, torneo tra birre

Segue lo schema di una partita la disfida tra birre che a Firenze per la quarta volta vedrà scendere in campo birre, pinte, bevitori, giurie, per una competizione più contraddistinta da allegria che da antagonismi.

Organizzata presso la ‘Braumeister’, locale in Via Madonna della Tosse 12, zona Piazza Libertà, Firenze, che si rifà alle birrerie tedesche anche per le pietanze proposte, prende il nome di “Confederation Beer” la quarta edizione della sfida giocata all’ultima pinta che ha tre tappe: mercoledì 6, 13 e 20 luglio 2016, dalle ore 19 a chiusura.

CONFEDERATION 2016Ogni serata vedrà scendere in campo quattro big del panorama internazionale delle birre, con le nazioni in gara: Italia, Regno Unito, Belgio e Germania, ognuna delle quali schiererà di volta in volta nel bicchiere tre differenti birre, fra le più rappresentative di ciascuna nazionale, con degustazione alla cieca.

I giudici di gara saranno tutti coloro che si iscrivono al torneo come “assaggiatori”, previa iscrizione al costo di 12 euro. Essi nel corso della serata avranno diritto a sei assaggi, tre per ciascuna nazione in competizione. Ad ogni giudice verrà consegnato un foglio con tutte le informazioni relative alle birre, oltre a una scheda in cui segnalare il voto ad ognuna (da 1 a 5) e la nazione preferita.

Il Tabellone della disfida tra le birre prevede: mercoledì 6 luglio 2016 la semifinale tra Italia e Regno Unito. Mercoledì 13 luglio la semifinale tra Germania e Belgio. Infine mercoledì 20 luglio la Finalissima con la sfida fra le due vincenti (con etichette differenti da quelle schierate durante le fasi eliminatorie).
A decretare la birra vincente di ogni confronto sarà, dunque, il pubblico.

A rendere ancora più spumeggianti le serate delle due semifinali, i “giudici” concorreranno ad una specie di lotteria: allo scoccare della mezzanotte fra tutti i votanti verrà fatta un’estrazione e il vincitore riceverà in omaggio una magnum di birra. Alla finalissima il premio in bottiglie sarà ancora più ricco!

Fondato nel 2002 da Leonardo Lelli, il Braumeister, locale di impronta tedesca, è un punto di riferimento sulla scena birraria fiorentina. Da aprile 2015 grazie al restyling del bancone, che conta oggi 20 spine, si è prevalentemente dedicato all’universo dei microbirrifici italiani, ma con questo tipo di iniziative si proietta come nuova tappa in città per tutti gli amanti delle piccole produzioni di qualità, anche straniere.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button