Record di presenze per Expocook 2019

Record di presenze per Expocook 2019

Print Friendly, PDF & Email

L’evento più cook dell’anno ha mantenuto le promesse  per il pubblico di appassionati ed operatori del settore. Gli organizzatori annunciano la quarta edizione dal 25 al 28 febbraio 2020.

 

Dopo quattro giorni intensi e ricchi di incontri, talk,  interviste, cooking show, masterclass e tutto ciò che ruota intorno all’ambito ristorativo, è arrivato il momento di tirare le somme di Expocook 2019. Più di 30 mila le presenze registrate  nelle quattro giornate, numero che si riferisce a visitatori unici rilevati grazie ad un qr code che li ha generati  attraverso la registrazione dal sito.

Il target della manifestazione ha abbracciato non solo gli operatori del settore ma anche un pubblico di appassionati che hanno trovato  interessanti  spunti di approfondimento nelle diverse attività organizzate come le conference su temi di grande attualità in ambito del food, le masterclass su vino e birra,  i cooking show e le interviste agli chef  protagonisti dei due palchi allestiti  all’interno dei padiglioni della Fiera del Mediterraneo. A decretare per la terza edizione un successo senza precedenti, oltre alla massiccia presenza di visitatori, le oltre 150 aziende che hanno creduto nel progetto di Fabio Sciortino, Francesco Fontana e Francesco Lipari, gli organizzatori di Expocook, numero pari ad un incremento del 97 per cento rispetto alla prima edizione e un 10 per cento rispetto alla seconda.

 

“A giudicare  dai numeri ottenuti possiamo incoronare Expocook – ha detto Fabio Sciortino, project leader di Expocook – tra le prime cinque fiere del settore presenti in Italia. Adesso puntiamo ad essere i primi e crediamo, senza presunzione alcuna, di avere il potenziale per poterci riuscire”. Giornata clou della manifestazione è stata, senza dubbio, giovedi 28 febbraio, in cui la presenza degli chef stellati Bruno Barbieri, Igles Corelli, Massimo Mantarro e del Campione Mondiale di Pasticceria Luigi Biasetto hanno creato un pathos senza precedenti.

 

“La Sicilia è una terra che sento mia, dalla quale prendo e apprendo qualcosa ogni volta che vengo e in cui lascio sempre una parte di me, per avere sempre la scusa di tornare – ha detto Bruno Barbieri che nei suoi interventi non ha  risparmiato i complimenti ad Expocook – sono felice di vedere che grazie a manifestazioni come queste  sta venendo fuori il meglio che questa Terra, crocevia di culture e caleidoscopio di tradizioni enogastronomiche, ha da offrire grazie al coraggio e alla voglia di crederci di chi si è impegnato per ottenere un risultato di così ampio respiro come quello che vedo con i miei occhi”.

 

Da evidenziare il Gran Galà di beneficenza “Expocook  for Children”, che si è svolto presso la Tonnara Florio di Palermo, splendida dimora storica della famiglia Florio. Un evento dedicato alla beneficenza per trascorrere  una serata all’insegna della solidarietà. L’affluenza registrata, infine, anche al Padiglione “Wine to Beer”, grande novità di quest’anno, che ha accolto alcune tra le cantine e i birrifici artigianali siciliani più importanti e rappresentativi, nonché alle masterclass sui vini organizzate da Cronache di Gusto e a quelle sulle birre di Maurizio Artusi di CucinArtusi, hanno decretato l’inizio di una nuova strada da percorrere che prova che il pubblico di Expocook si attende il meglio da questa manifestazione.

 

L’appuntamento è dal 25 al 28 febbraio 2020  al quale tutta l’organizzazione  sta già lavorando.

 

About The Author

Related posts