Quando da soli non la si fa: adotta un ulivo di Maremma

Quando da soli non la si fa: adotta un ulivo di Maremma

Print Friendly, PDF & Email

Quando l’idea è buona e da soli non la si fa, non è una novità il lancio di una promozione di raccolta fondi o di piccoli contributi individuali privati per sostenere la buona causa, “adottando” segmenti di un progetto affinché vada in porto il suo completo obiettivo (in poche parole si tratta di “crowdfunding”).

Cosicché una Cooperativa di commercio equo e solidale con trent’anni di esperienza, Chico Mendes, coinvolgendo nel progetto Legambiente, si è proposta di dare una mano alla Cooperativa Agricola Frantoio del Parco, nata nel 2016 per occuparsi del progetto all’interno del Parco Naturale della Maremma, anche conosciuto come Parco dell’Uccellina, in provincia di Grosseto.

La proposta è adottare una pianta di ulivo per contribuire a salvare un patrimonio naturale, costituito da oltre 30mila piante secolari in 200 ettari: ulivi delle cultivar Frantoio, Leccino, Pendolino, Moraiolo che producono un olio extravergine di oliva biologico di elevata qualità.
Ad oggi, su 30mila piante, 10mila sono già state recuperate e riportate in piena produzione. Dall’inizio del progetto sono stati prodotti 5mila litri di olio extravergine, per un totale di 3mila bottiglie, distribuite nel circuito dei negozi del commercio equo e solidale di tutta Italia, online e in numerosi negozi della zona.
Con i soldi raccolti grazie a questa campagna, si intendono salvare altri 500 ulivi, prevedendone la potatura e le cure necessarie per rimetterli in produzione.

Dal 2018, grazie ai fondi recuperati e all’olio venduto, è stato completato il lavoro di ristrutturazione del frantoio, tornato completamente produttivo: attualmente quindi le olive sono lavorate sia nel frantoio di proprietà, sia nel frantoio dell’Azienda Agricola Poderi Borselli di Montegiovi (GR), al quale era stata affidata la molitura già in fase iniziale e che è stato mantenuto come partner tecnico strategico.

Oltre all’aspetto ambientale il progetto unisce il valore sociale con l’inserimento lavorativo di giovani disoccupati del territorio e persone con diverse situazioni di fragilità.

Infine, il progetto si propone di valorizzare il territorio nel suo complesso, attraverso la sinergia con enti e realtà locali per promuovere un rilancio del Parco e delle sue meraviglie naturali che porti a uno sviluppo turistico e commerciale positivo per tutti. In questo senso si inserisce la collaborazione intrapresa con l’Ente Parco Regionale della Maremma, che dal 2018 ha concesso l’utilizzo del marchio sul prodotto Olio.

Per fare una donazione bisogna accedere alla piattaforma di crowfunding Produzioni dal Basso al link https://www.produzionidalbasso.com/project/adotta-un-ulivo-nel-parco-dell-uccellina/.
È possibile scegliere tra una donazione libera e una serie di donazioni stabilite (20€ – 50€ – 100€ – 300€) alle quali corrispondono ricompense diverse: ogni donazione fissa prevede l’adozione a distanza di un ulivo (scegliendo il proprio da una mappa interattiva); con l’aumentare del contributo si ricevono un buono sconto (di valore variabile) da spendere nelle botteghe del commercio equo e solidale di Altromercato a Milano e Brescia – oppure online – una bottiglia di olio prodotto nel Parco (di dimensioni variabili) e una visita guidata dell’intero uliveto.

Maura Sacher

About The Author

Related posts