Stile e Società

Passato e presente in uno spicchio di pizza

Tra la collina e la calata che porta al mare di Napoli, il rione Materdei con il suo lastricato scuro accompagna per i palazzi antichi e le botteghe, le cappelle votive e le chiese, tra gli infiniti fili di panni tesi come braccia da un balcone all’altro, ed è lì che senti pulsare il cuore della città.

Forte delle sue capacità artigianali, unite alla passione per il mestiere ereditato dai nonni, ma anche della voglia di riscattarsi, lavora tanto e lo fa fin troppo bene, così da porre la sua impronta non solo sul rione ma sulla città di Napoli; vi parlo di Antonio Starita.

Maestro pizzaiolo, che nonostante abbia pizzerie a New York e Atlanta, il suo cuore è sempre nel rione dov’è nato e dove ancora vive conducendo ogni giorno insieme alla sua famiglia la rinomata pizzeria Starita.

Conscio di ciò che la pizza rappresenta nella storia della gastronomia di Napoli, e nonostante l’attuale momento di grande esaltazione, anche mediatica per il mondo della pizza e del food in genere, rimane con i piedi ben saldi a terra,  e continua a offrire un prodotto tipico artigianale, di qualità ad un prezzo contenuto e soprattutto accessibile a tutti.

Materdei è anche il mio rione, è qui che sono cresciuta, e ne ricordo ogni angolo, come rammento il profumo che veniva dalla pizza fumante che mangiavo da Antonio. Pizzeria Starita è sempre lì, all’ingresso il grande forno a legna con il banco per la stesura dell’impasto, ha solo un vestito più alla moda, le piccole sale si avvicendano in un lungo percorso ricavato nella profondità del caseggiato tra quelli che erano i bassi di un tempo, piccole case contigue, ora divenute salette strutturate con gusto e soprattutto molto accoglienti.

Mentre degusto la pizza di Antonio, la sensazione è  “appagante” ed è proprio così che definirei questa prelibatezza; i sensi concorrono tutti a goderla pienamente, i colori, la sfoglia sottile cotta nel forno a legna, i profumi accattivanti degli ingredienti distintamente identificabili, il piacere del boccone perfetto portato alla bocca con le mani e non con la forchetta, perché in questo modo si esalta il coinvolgimento emozionale di tutti i sensi. Lascio alle spalle il vicolo illuminato dai lampioni penzolanti tra i panni stesi, ma tornare a Materdei da Starita fa bene non solo al palato, ma anche al cuore.

Angela Merolla

www.pizzeriastarita.it


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button