Notizie Italiane

Ottimi risultati per l’export dei nostri formaggi e tanti riconoscimenti

La fine delle assurde gabelle imposte dal bolso e antipatico ex presidente Usa ha consentito una netta ripresa delle esportazioni dei nostri pregiati unici formaggi.

Il vertice in Cornovaglia organizzato dal paffuto Borios Johnson che ha fatto incontrare Biden, l’inamidato Draghi e Ursula Von Der Leyen è servito almeno a qualcosa.

Nel mese di Giugno si è registrato un clamoroso + 120 % verso gli Usa e + 30 % verso il Canada.

Per quanto riguarda l’ex colonia britannica si tratta del miglior risultato dal 2016.

Anche l’Australia ha importato oltre il 30 % in più dei nostri prodotti caseari.

Ottimo veramente il risultato nei nuovi mercati asiatici.

Nella Repubblica Popolare Cinese si registra un 6 % in più, nel paese del Sol Levante un ottimo + 13 %.

Il Giappone si conferma il terzo mercato extra UE per i prodotti caseari italiani. Indonesia e Corea del Sud mostrano un crescente interesse seppure con numeri ancora limitati di ordini.

Con gli stupidi dazi Usa e la brexit i mercati asiatici stanno acquisendo un ruolo sempre più strategico nel nostro mercato delle esportazioni.

È necessario aumentare le tutele per questi unici prodotti per evitare il fenomeno delle contraffazioni che causano oltre che un danno di immagine un considerevole danno economico.

Cheese of the Year è il Campionato del Mondo dei Formaggi.

La competizione ha visto la nutrita partecipazione di 51 province di 18 regioni italiane e 64 prodotti provenienti da 9 nazioni estere.

Vincitore è risultato il Caciocavallo Podolico del Gargano prodotto dalla Azienda Fattoria La Montagnola ubicata a Monte Sant’Angelo in provincia di Foggia.

Le World Cheese Awards sono le olimpiadi dei formaggi.

Hanno partecipato 3804 formaggi provenienti da tutto il mondo dei quali 845 italiani.

Il Parmigiano Reggiano ha portato in Italia ben 61 medaglie e si è classificato al secondo posto assoluto.

Al quarto posto il Pecorino Toscano Riserva del Fondatore del Caseificio Il Fiorino di Roccalbegna, provincia di Grosseto.

In quinta posizione Baffalo Blu formaggio erborinato prodotto con latte di bufala  da Formaggi Defendi di Caravaggio, Bergamo.

In sesta posizione il Caciocavallo della Azienda Posticchia Sabelli di Potenza.

Gran Menzione speciale per il Pecorino Romagnolo Gran Riserva del Passatore presentato dalla Azienda Romagna Terre di Gambettola in provincia di Rimini.

Umberto Faedi 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 94E0301503200000006351299 intestato a Francesco Turri

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio