Punti di Vista

Olio e ristorazione

Controlli sull’olio servito nei ristoranti e sull’utilizzo del tappo antirabbocco. È la campagna messa in atto dal Comando Regionale per la Toscana del Corpo Forestale dello Stato che al momento ha visitato 234 esercizi tra ristoranti, agriturismi, stabilimenti balneari, centri termali.Olio Novello

Lo scopo quello di portare l’attenzione su un tema caro ai consumatori ciò quello di sapere realmente con quale olio condiscono le loro pietanze  quando sono fuori casa.  A distanza di un anno dell’entrata in vigore dell’obbligo dell’utilizzo del tappo antirabbocco (previsto dalla legge del 30 ottobre 2014 n. 181) sono ancora tanti  gli esercizi che non hanno provveduto a mettersi in regola. Le province toscane maggiormente controllate sono state Arezzo e Siena seguite da Firenze  e da tutte le altre.  Su 234 controlli eseguiti 63 hanno avuto esito non regolare, cioè le confezioni sono state trovate prive del tappo richiesto e comunque il prodotto non era corrispondente a quando dichiarato in etichetta.

Non solo le oliere anonime sono proibite ma anche le bottiglie di olio usato per le preparazioni di cucina devono essere tracciabili e corrispondenti a quanto scritto in etichetta. In Toscana la campagna di controllo fino ad ora ha portato ad elevare 14 sanzioni amministrative per un importo pari a 26.100 euro, con 6 sequestri, oltre ad una notizia di reato per frode nell’esercizio del commercio e vendita di prodotti alimentari.

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 94E0301503200000006351299 intestato a Francesco Turri

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio