Stile e Società

Meglio mettere le bottiglie in mare

La maturazione in mare avviene più velocemente e consente di aumentare l’influenza dei sentori terziari lasciando invariati gli aromi primari.

Vengono esaltati maggiormente i profumi e i sapori del vino.

La Tenuta del Paguro ha scelto di affinare le bottiglie nella struttura della piattaforma Paguro a Porto Corsini e di prenderne il nome.

Inabissatasi nel 1965 è diventata una oasi marina tanto da essere dichiarata Sito di Importanza Comunitaria.

Il luogo è stato scelto per il legame con il territorio e la sua storia.

Famosi i vini salsi del territorio dell’epoca romana con Ravenna che poi diventò capitale dell’Impero d’Occidente.

Dopo la fermentazione in acciaio e l’imbottigliamento il vino viene sigillato con gommalacca e messo in cesti metallici a 25 / 30 metri sotto il livello del mare.

Non c’è un preciso periodo, in media le bottiglie stanno sott’acqua un anno ma dipende dal mare.

I vini hanno origine dalla Tenuta Nasano ubicata sulle Colline di Faenza. Albana, Merlot, Cabernet e Sangiovese sono i vini posti ad affinare nel Mare Adriatico.

Il progetto gode della collaborazione del Gruppo Subacqueo Associazione Paguro.

Le prime bottiglie sono state poste sotto il mare nel 2010. I costi delle bottiglie sono nettamente superiori a quelli di bottiglie affinate in maniera classica.

Anni fa in Francia una cantina mise ad affinare Sauvignon Blanc Pouilly Fume’, vino originario della Loira, nell’Oceano Atlantico. Ne degustai una assai costosa bottiglia alcuni anni fa. Era molto particolare davvero ma non meglio della compagnia che avevo quella sera.

Umberto Faedi 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco.
Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Back to top button