Maxi sequestro falso Pomodoro di Pachino

Maxi sequestro falso Pomodoro di Pachino

Print Friendly, PDF & Email

Il Consorzio di Tutela Pomodoro di Pachino Igp è riuscito ad ottenere il sequestro di 2.545  confezioni e di 89.448 astucci per il confezionamento di  “Funghi misti congelati con Pachino e speck“.

 

Grazie all’attività di vigilanza posta dal Consorzio di Tutela Pomodoro di Pachino Igp è scattato un maxi sequestro di falso pomodoro di Pachino.

 

Le segnalazioni all’Ispettorato centrale della qualità da parte del Consorzio di Tutela Pomodoro di Pachino Igp, hanno portato al sequestro di 2.545  confezioni e di 89.448 astucci per il confezionamento di  “Funghi misti congelati con Pachino e speck“, che evocavano la denominazione  “Pomodoro di Pachino Igp”.

 

Dagli accertamenti effettuati nei mesi dagli agenti vigilatori del Consorzio, l’azienda in questione non risultava iscritta all’albo dei trasformatori, e per questo motivo è stata immediatamente segnalata all’Icq.

 

“Il Consorzio – ha dichiarato il direttore Sebastiano Barone – ha centrato l’obiettivo. La segnalazione ha fatto scattare il maxi-sequestro di confezioni di funghi surgelati e speck. Lo sforzo continuo del Consorzio è quello di tutelare il vero pomodoro di Pachino, che è contrassegnato dal marchio Igp e che possono utilizzare tutte le aziende certificate e i trasformatori autorizzati”.

 

Per il presidente Salvatore Lentinello “il pomodoro è di Pachino solo se viene da Pachino”.

 

 

About The Author

Related posts