Notizie Italiane

Ludovica Raniolo bronzo alla finale nazionale Miglior Professionista Lady Chef

Una medaglia che vale oro per la cuoca ragusana. Le congratulazioni dall’Unione Regionale Cuochi Siciliani.

 

Ha vinto un bronzo che pesa oro, se si considera tutto il carico di esperienze professionali, culturali e soprattutto umane che si è portata a casa, dopo la gara. “Mi considero una vincitrice, per l’esperienza che ho fatto e che rifarei oggi stesso” dice, con ancora l’emozione nella voce e certamente nel cuore. Ludovica Raniolo, 27 anni, cuoca ragusana, ha infatti conquistato una medaglia di bronzo alla finale nazionale del Trofeo “Miglior Professionista Lady Chef” organizzato dalla Federazione Italiana Cuochi e che si è svolto lo scorso 11 maggio alla Scuola Tessieri di Ponsacco, in provincia di Pisa.

Un evento significativo, il primo finalmente in presenza dopo mesi di collegamenti online e di riunioni sul web. Ludovica aveva superato egregiamente le selezioni provinciali e regionali, approdando alla finalissima e tenendo alta la bandiera dell’Unione Regionale Cuochi Siciliani. “Desidero esprimere le congratulazioni a Ludovica – commenta il presidente dell’Unione Regionale Cuochi Siciliani, Giacomo Perna – da parte di tutta la Sicilia gastronomica. Federcuochi ha fortemente voluto che questo evento dedicato alle Lady Chef rappresentasse il segno della ripartenza di tutta la cucina italiana e siamo lieti che anche la nostra isola abbia dato il suo contributo. Un grazie rivolgiamo anche alla sua coach, Sarah Cucchiara”.

 

A Ponsacco, Raniolo ha replicato il piatto realizzato in Sicilia, sulla traccia: “Il pomodoro nella ristorazione con le tipicità del territorio”, scelto da Federcuochi assieme a Cirio Alta Cucina, azienda partner Fic. Nella ricetta, Lombetto d’agnello, crocchetta di cuturro, il pomodoro Cirio nelle sue salse e l’orto primaverile, la cuoca siciliana ha aggiunto cioccolato modicano, germogli di bietola rossa e sesamo nero e sesamo biondo di Ispica Igp nella panatura della crocchetta.

 

“È stata un’esperienza intensa – dice Raniolo – piena di adrenalina, belle emozioni, sacrifici. Voglio ringraziare la mia coach, Sarah Cucchiara, la mia prima sostenitrice, diventata una vera amica. Mi ha donato tutta la sua esperienza di docente e di concorrente. E poi ringrazio il mio maestro, Claudio Ruta, il mio presidente provinciale Carmelo Floridia, quello regionale Giacomo Perna e Alessandro Corallo e Concetto Cicero di Cieffe Academy, che mi hanno dato la possibilità di allenarmi nel loro laboratorio e messo a disposizione la cucina per mesi”.

 

A Ludovica sono giunte, infine, le congratulazioni di tutta la Dirigenza di Urcs, con il Responsabile Eventi, Seby Sorbello, il Team Manager del Team Sicilia, Mario Puccio, il segretario Urcs, Rosario Seidita, di tutti gli associati e colleghi siciliani, con la speranza che possa essere la prima di una lunga serie di gare e sfide in ambito nazionale e, perché no, anche internazionale.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button