Notizie Italiane

Lockdown le vittime da sacrificare sono i ristoratori

Facciamo da portavoce di quel settore che ha investito oltre ogni misura in sicurezza, ma lo non ha ottenuto la stessa ricompensa dallo Stato Italiano.
Inutile ricordare che i luoghi di contagio sono i trasporti pubblici, dove lo stato non è intervenuto e si scaglia contro le categorie meno rappresentate.
Ristoratori in primis e noi pubblichiamo la dichiarazione di
Samuele Serra, CEO & Founder di Milano Restaurant Group.

“Noi abbiamo sempre cercato di stare aperti, a eccezione di marzo, momento in cui abbiamo preferito chiudere preventivamente perché non sapevamo quanto la situazione fosse pericolosa per la salute dei dipendenti e dei clienti.

Le condizioni attuali però rendono molto difficile continuare a operare in tal senso. Imporre un coprifuoco ai cittadini e una chiusura alle 18, equivale a condannare il commercio e i pubblici esercizi senza prendersi la responsabilità di dare soluzioni economiche concrete.

Non abbiamo avuto aiuti e i nostri dipendenti hanno mesi di cassa integrazione arretrati. Pensiamo che non sia più tempo di chiacchiere e la gestione di tutto ci lascia quanto meno perplessi.

 

Abbiamo già vissuto un drastico calo delle presenze negli ultimi giorni, non solo la sera ma anche a pranzo. Valuteremo la soluzione migliore per l’azienda ma è evidente che il paese rischia una catastrofe economica con interi settori in ginocchio: non possiamo permetterci un lockdown a queste condizioni e siamo in tanti a rendercene conto.”

Pur sapendo che anche quest’appello monito servirà poco, ma intanto lo facciamo presente al governo.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco.
Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button