Curiosità

L’importanza dei tappi di sughero

L'importanza dei tappi di sughero

L’importanza dei tappi di sughero.

Quasi tutti coloro che stappano bottiglie non prestano attenzione al tappo. È vero che da qualche lustro i tappi delle bottiglie non sono più di solo sughero.

Infatti si sono palesati tappi di vetro, finto sughero, plastiche speciali, rondelle compresse di sughero riciclato, metalli  particolari.

Ma il fascino e la funzione che ha il tappo di sughero nessun altro tipo di tappo lo può avere.

Tutti quelli alternativi sono comparsi a causa della difficoltà di reperire materiale proveniente dell’albero della pianta Sughera.

Le coltivazioni erano state colpite da un devastante parassita e la produzione era drasticamente calata del sughero.

I prezzi dei buoni tappi di sughero erano balzati alle stelle e sono arrivati nel mercato i tappi alternativi.

L’importanza dei tappi di sughero

Coltivazioni di papiro sono state attivate visto che tale nobile pianta ha caratteristiche similari.

Ma niente è come il sughero per fare tappi. In Italia il 90 % della produzione di questo importante componente della bottiglia è concentrata in Sardegna.

Praticamente solo i sommeliers e i grandi appassionati apprezzano la magia e l’emozione che si provano strappando una bottiglia.

Il tappo di sughero viene creato dopo un lungo processo di gestazione e pazienza e solo da chi conosce assai bene la giusta  metodologia.

L’attività del sughero agricola di produzione dei tappi è assai remunerativa.

Occorre moltissima pazienza e grande cura della pianta. Il sughero è uno dei materiali più ecologici esistenti al mondo.

La corteccia delle piante non serve solo per ottenere i tappi. È impiegata come ottimo isolante e elemento decorativo.

Il sughero è resistente, leggerissimo, comprimibile, impermeabile, elastico e imputrescibile.

Non male direi. È quindi un materiale adattissimo per svariati settori merceologici. E c’è un fattore molto importante che lo rende prezioso ed altamente ecologico.

Per ottenerlo non si danneggia assolutamente il tronco della pianta del sughero.

La Sughera continuerà quindi a crescere e a fornire ossigeno alla terra. I lavoratori che fanno la decortica delle piante devono essere molto bravi.

È fondamentale saper maneggiare l’ascia con molta attenzione e fare precise incisioni sulla pianta senza intaccare in alcun modo il tronco che si trova sotto lo strato di sughero.

Questa mansione è remunerata molto bene.

Vengono prodotte ogni anno nel mondo circa 200000 tonnellate di sughero e 6000 in Italia.

La Sardegna fornisce annualmente 1 miliardo e mezzo di tappi alle cantine apprezzati in tutto il pianeta. Una produzione preziosa assolutamente da salvaguardare.

Umberto Faedi 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button