Stile e Società

Lì a “Li accasati”

Termine latino “Li accasati”, che indicava coloro i quali fossero sposati, quindi gli accasati del borgo, per distinguerli dai monaci della vicina Abbazia di San Pietro.
Oggi è Licusati frazione del comune di Camerota in Basso Cilento, dove le campagne dominano il paesaggio e ciò che maggiormente incanta, sono le sempreverdi distese di ulivi dai fusti secolari, custodi della storia agricola locale.

Il territorio cilentano fortemente vocato, presenta diverse varietà di ulivi autoctone, tra cui la più diffusa è la Pisciottana, l’olio che se ne ricava è apprezzato per le peculiarità organolettiche e l’elevato contenuto di antiossidanti.

13043215_1166789326664921_8812720238085537848_nL’uliveto della famiglia Gàlato, circa 500 piante del solo cultivar Pisciottana, unitamente alla sapienza nel allevare questa varietà, si tramandano da generazioni. Raffaele Gàlato, con il supporto dei figli Giuseppe e Franco, produce circa 40 q di olio l’anno, un lavoro sano che inizia nell’uliveto di Licusati nel rispetto del prodotto e del territorio, che da secoli è custode di questa varietà, e si completa nel frantoio aziendale, dove da una molitura con macine in pietra e presse a bassa pressione, trasforma con un ciclo completamente a freddo, le olive in un pregevole olio di oliva extravergine.

13007243_1166789529998234_2093827751525150098_n

 

Due le tipologie Gàlato, una delicata e versatile, “Galàteia” definita la versione dolce della Pisciottana, ottenuta da olive raccolte in piena maturazione, e l’altra dal carattere più forte “Polyphemos”, da olive raccolte con anticipo privilegiando il frutto ancora verde con le sue caratteristiche.

Due oli, due nomi  che ricordano la leggendaria passione tra la ninfa Galatea e il ciclope Polifemo, lei dolce, lui vigoroso, tanto diversi ma protagonisti della stessa storia.

Angela Merolla

 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button