Notizie Italiane

Le riaperture sono arrivate

Il percettibile miglioramento della situazione sanitaria ha portato l’inamidato premier e il variegato esecutivo ad allentare sensibilmente le misure restrittive.

Lo stato di emergenza è comunque prorogato fino al 31 Luglio.

Ciò significa che non si deve e non si può assolutamente fare tutto ciò che si vuole.

Un calendario graduale di riaperture interessa tutte le attività economiche dopo tanti mesi di chiusure e riaperture a singhiozzo.

Dal 1 Giugno le regioni in fascia bianca hanno riaperto le sale di bar, ristoranti e di tutti i locali al chiuso. Nei locali adibiti alla ristorazione decade l’obbligo di 4 persone al tavolo e i tavoli devono essere distanti almeno un metro.

Sono 6 le persone che possono stare allo stesso tavolo. Il buffet deve essere mono dose servito dal personale con mascherina.

Nelle regioni in fascia gialla permane il numero di 4 persone allo stesso tavolo.

Torna la possibilità di assaporare cibi e bevande all’interno per tutta la giornata e consumare al bancone dei bar.

Rientra il pubblico negli impianti sportivi all’aperto con una capienza per gli eventi non oltre il 25 %. Riaprono le palestre e si riattivano finalmente le fiere.

Il coprifuoco viene spostato alle 24.00 dal 7 Giugno e per le regioni che passano in zona bianca viene abolito. Martedì 15 Giugno si riparte con matrimoni, unioni civili, battesimi eccetera sia all’aperto che al chiuso.

Restano chiuse per adesso le discoteche, all’interno si può solo pranzare o cenare e usufruire del servizio al bar. Se la situazione continua ad evolversi positivamente dal 21 Giugno il coprifuoco verrà abolito e tutte le regioni diventeranno bianche tranne forse la Val d’Aosta.

Non si deve comunque pensare che sia tutto a posto e allentare le misure di comportamento. L’ estate imminente porta un grande desiderio di spostarsi e stare all’aria aperta e in compagnia.

Tutte le città e i borghi italiani organizzano eventi e rassegne.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Back to top button