Le grandi dame della cucina italiana alle prese con lo Champagne Grande Dame

Le grandi dame della cucina italiana alle prese con lo Champagne Grande Dame

Print Friendly, PDF & Email

A Identitá Golose 2018 di Milano, importante congresso italiano di cucina, la Maison Veuve Clicquot è la nuova protagonista della terza edizione di “Identitá di Champagne”.  con un susseguirsi di appuntamenti in cui le creazioni di grandi donne della cucina italiana si misureranno con la Cuvée de Prestige, «La Grande Dame», accettando la sfida della casa francese Veuve Clicquot ai talenti femminili in cucina.

Durante i tre giorni si alterneranno incontri in cui le prelibate creazioni di alcune grandi donne dell’alta ristorazione italiana (Cristina Bowerman. Martina Caruso, Caterina Ceraudo, Gaia Giordano, Antonia Klugmann, Rosanna Marziale, Aurora Mazzucchelli, Viviana Varese, Marianna Vitale.) verranno abbinate alla Cuvée de Prestige della Maison Veuve Clicquot, «La Grande Dame 2006».

Tre giorni all’insegna dell’eccellenza, nove appuntamenti con alcune delle più importanti Lady Chef italiane, nove incontri per riflettere e sostenere il talento femminile nell’alta ristorazione. “forse uno degli ultimi soffitti di cristallo ancora da infrangere” afferma Francesca Terragni, Direttore Marketing e Comunicazione Moët Hennessy Italia.

Durante “Identità di Champagne” verrà fatto conoscere il progetto Atelier des Grandes Dames, un network che ha lo scopo di sostenere i talenti femminili dell’alta ristorazione dando un riconoscimento all’impegno di queste donne.

Sabato 3 marzo è organizzata la tavola rotonda “Il fattore umano, la visione al femminile”, per approfondire e discutere delle tematiche relative al mondo femminile dell’alta ristorazione, moderatrice Maddalena Fossati, direttore de «La Cucina Italiana», ed interverranno come relatrici le chef Cristina Bowerman, Caterina Ceraudo, Antonia Klugmann, Solaika Marrocco e la sommelier Ramona Ragaini.

Durante gli appuntamenti di “Identità di champagne”, che mireranno ad esaltare l’essenza di questo Champagne fresco, setoso ed elegante, con sfondo minerale, salino, costituito dal 53% di Pinot Noir e 47% di Chardonnay, l’enologa della Maison Gaëlle Goossens dialogherà con nove grandi chef donne, raccontando la storia di questo Champagne creato nel 1962 e lanciato nel 1972 per celebrare il bicentenario della Maison.

Maura Sacher

About The Author

Related posts