Stile e Società

Le Donne del Vino e il dopoteatro a Muggia

Muggia “che è?” si domanderà qualcuno, va perdonato, la conoscenza della geografia non è tra le priorità della Scuola e nemmeno della “Buona Scuola”, purtroppo. Muggia è il Comune più estremo dell’Est dell’Italia, in provincia di Trieste, sul confine con la Slovenia, avamposto dell’Istria.

Muggia ha un’antichissima, millenaria, nobile e travagliata storia, e nell’attualità è una cittadina che muggia-porticciolopunta molto sulla cultura con vivaci attività di piazza, grazie allo sforzo del Comune e delle compagini sociali. Tra le tradizioni conservate è ampiamente noto il Carnevale muggesano, che alcune fonti fanno risalire addirittura al XV secolo.
A Muggia, non è meno fervido il cartellone del Teatro Comunale ‘Giuseppe Verdi’, che quest’anno aggiunge un valore in più: mette in programma delle cene dopoteatro con la collaborazione de ‘Le Donne del Vino del Friuli Venezia Giulia’.

Il progetto delle Donne del Vino a Muggia vuole valorizzare i vini regionali e farli conoscere in maniera più approfondita ad un pubblico sensibile anche alla qualità enogastronomica.
Per tutta la stagione teatrale 2016/2017, muggia-teatro-stagionea conclusione di ogni spettacolo teatrale, un venerdì di ogni mese è contraddistinto dalle degustazioni di vino di una cantina di una donna del vino del Friuli Venezia Giulia, in abbinamento al menù delle cene.

Il calendario degli appuntamenti 2016/2017 ha avuto nella prima serata del mese di Ottobre la presenza dei vini dell’azienda Cantarutti. Seguono i vini dell’azienda Foffani per il mese di Novembre, i vini dell’azienda Puiatti per i mesi di Dicembre e Gennaio, i vini dell’azienda Castelvecchio per il mese di Febbraio ed i vini dell’azienda Parovel per il mese di Marzo.

Le cene con degustazione, aperte al pubblico su prenotazione fino a esaurimento posti, si terranno al Caffè del Teatro Verdi ad un prezzo speciale di 20 euro.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button