La Venere Callipigia, il nuovo concorso enologico

La Venere Callipigia, il nuovo concorso enologico

image_pdfimage_print

L’Etna dal 19 al 22 luglio ospiterà il 1° concorso enologico nazionale. “La Venere Callipigia”

È finalmente in partenza la prima edizione del concorso enologico nazionale “La Venere Callipigia” ideato e promosso dall’Associazione Culturale no profit “Sicilia Pro Events” e dal suo rappresentante il dott. Massimo Picciotto. Il contest, autorizzato autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, avrà come location di eccezione il comprensorio etneo, e sarà quest’anno ospitato dalle Cantine Patria -la cantina dei vulcani – a Solicchiata, piccola frazione di Castiglione di Sicilia in provincia di Catania.

Il concorso enologico, che si svolgerà dal 19 al 22 luglio ha fin da subito ricevuto le attenzioni di prestigiosi enti, come l’importante Ente di ricerca e di certificazione dei vini Doc della regione Sicilia, di cui ha il patrocinio, dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio  (IRVO), e dei Consorzi di tutela dei vini a Doc., Etna, Cerasuolo di Vittoria, Eloro e vini della Val di Noto, Sardegna, Soave (Veneto), Valcalepio (Lombardia), Bagnacavallo (Emilia Romagna) e tanti altri che a breve andranno ad affiancaresi.

Potranno partecipare al concorso tutti i vini prodotti in tutte le regioni d’Italia classificabili nelle diverse categorie, consultabile al sito di Winexpo.

Saranno enologi, giornalisti ed esperti di settore a formare le commissioni di degustazione, sotto la direzione dell’enologo Giacomo Alberto Manzo, funzionario dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio della Regione Siciliana, e, nelle vesti di notaio il dott. Giacomo Gagliano, direttore dell’Ispettorato Centrale della Qualità e Repressioni Frodi della Sicilia.

Da segnalare, per questa edizione d’esordio, anche “gemellaggio” con il concorso organizzato dalla nostra testata, giunto ormai alla sua sesta edizione: il “Premio Mediterraneo Packaging” che si svolgerà nel mese di maggio in provincia di Trapani, a Castellammare del Golfo, e la collaborazione con la web app Agenzia Ladyoak Ltd, di Manchester, che ha sviluppato l’applicazione Wine App, per la promozione dell’enoturismo integrato sostenibile, in linea con la green economy,  e che premierà le aziende vincitrici del concorso inserendole gratuitamente per un intero anno nell’applicazione e nel portale Wineapp

Perché l’Etna?  Per valorizzare un territorio magnifico, che l’Unesco ha inserito nel patrimonio mondiale dell’umanità definendolo come uno dei vulcani “più emblematici e attivi del mondo”.

About The Author

Sonia Biasin

Wine Writer, Diplomata sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi