Notizie Italiane

La Toscana delle Ville

In Toscana le dimore storiche sono molte. Punteggiano il paesaggio, lo inglobano e rendono unico il rapporto tra la Villa E il territorio circostanteMolte di queste proprietà hanno storie antiche  e colpiscono per la loro struttura immutata. Come fa notare James S. Ackerman, nel suo libro The Villa, Form and Ideology of Country Houses, la villa “soddisfa un bisogno inalterabile” e  “rende tangibili  le necessità umane universali”.
A Bagno a Ripoli, prime colline di Firenze, le più potenti famiglie fiorentine avevano terre e case di villeggiatura. Agli antichi feudatari e ai loro castelli, si erano sostituiti i Signori che portarono anche in questo territorio l’avventura rinascimentale. Le antiche abitazioni fortificate furono sostituite o integrate dal nuovo sentire architettonico ispirato all’armonia delle forme.
Le Ville  di Bagno a Ripoli si inseriscono e si coniugano con il panorama con giardini, scalinate, parchi. Nel 1700 altre strutture armoniose si aggiungono a quelle esistenti: come Villa la Tana, dove su un edificio cinquecentesco l’architetto Giovan Battista Foggini concepì un nuovo imponente edificio. Dove nel 1500 aveva dimorato Bianca Cappello amante e successivamente sposa del Granduca Francesco I de’ Medici si pensò una villa  riccamente  decorata,  studiata per dare il massimo effetto  scenografico.villa di Liliano

Poco lontano verso Villamagna si trova un’ altra villa con il un lungo viale di cipressi, Villa Il Poggio. Scendendo giù verso Ponte a Ema incontriamo Villa la Selva con altri spazi scenografici ma una storia difficile alle spalle e ancora giardini a Villa Peruzzi verso l’Antella.  Verso Grassina ci si presenta Villa di Lilliano con un giardino colmo di elementi decorativi che richiamano il Giardino di Boboli del fiorentino Palazzo Pitti e una grande terrazza monumentale. Ed eccoci a Villa Mondeggi: la grande fattoria in cui si trovava era di ben 196 ettari e toccava i comuni di Bagno a Ripoli, Greve in Chianti e Figline Valdarno. La storia è passata da questi piccoli monti, come ci ricorda il nome. Zampilli d’acqua che alimentano fontane e vasche sono una delle tante caratteristiche.
Procedendo verso San Polo in Chianti  incontriamo Villa di Tizzano menzionata anche in un documento del 985 d.C .
Un viaggio, quello tra le ville di Bagno a Ripoli che ci conduce a Villa il riposo e la Fonte della Fata Morgana e alla Villa medicea di Lappeggi…

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button