Stile e Società

La pizza di Carmnella

“Pizzaiolo Verace”, Vincenzo Esposito cresciuto al fianco del padre Salvatore, e insieme in un lungo percorso dietro il banco di una delle più antiche pizzerie nel cuore di Napoli.

9Verace perché nonostante sia un creativo nello sperimentare armoniose combinazioni di ingredienti per le sue pizze,  prediligendo la qualità, i giusti sapori e la territorialità dei prodotti, tiene fermamente al suo impasto classico della tradizionale pizza napoletana.

14aUn “diretto” dalle giuste ore di lievitazione e maturazione, mai estremizzate,  farina doppio zero, elemento importante l’idratazione dell’impasto e la stesura dei panetti, per una pizza cotta velocemente e che ricorda le dimensioni a “ruota di carretto”.

16Vincenzo senza rinnegare l’innovazione, crede fermamente nella sua filosofia di pizzaiolo napoletano, quella di tramandare negli anni le caratteristiche della Pizza Verace Napoletana, ereditate da chi prima di lui ha reso la pizza famosa nel mondo.

18Da “Carmnella” trovi esattamente l’ambiente che ti aspetti da una pizzeria tradizionale, l’accoglienza essenziale e semplice, tavoli in marmo, il grande forno a legna rosso e rovente, da cui vengono fuori sapori e profumi accattivanti.

Non solo pizza ma anche calzoni al forno come ‘O Munaciello, nome ripreso  dalle leggende napoletane che raccontano di uno spiritello che nascondeva una natura benefica e dispettosa sotto le vesti monacali; così dentro la mezza luna di sottile  pasta bianca si palesa gustoso e provocatorio,  il ripieno classico del calzone fritto.

Il primato del ripieno più piccolo al mondo, circa 2 cm è di Vincenzo Esposito, lo si può considerare il boccone perfetto, dove le proporzioni di ogni ingrediente sono perfettamente equilibrate per un intenso momento degustativo .

DSC_0523Conoscerete la Margherita, ma vi consiglio di approfondire con la Margherita Sbagliata di Vincenzo Esposito, per regalare al palato il gusto polposo dolce-acidulo del filetto di pomodoro San Marzano, diviso in tutta la sua pienezza, in due parti e adagiato insieme agli altri ingredienti sul disco di pasta, così assaggerete una Margherita esattamente “sbagliata”.
Angela Merolla


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button