Info & Viaggi

La crisi economica costringe il 71% delle famiglie a malnutrirsi

Secondo recenti stime fornite dalla Coldiretti, la incessante recessione economica che negli ultimi anni sta “mordendo” il nostro paese, e che ad oggi colpisce il 71% percento delle famiglie italiane, sta pesantemente influendo negativamente sul livello di alimentazione dei cittadini italiani.



Infatti l’aumento dei prezzi dei beni di prima necessità, saliti di oltre il 2.7%, costringe il 12,30 % degli italiani a non potersi alimentare correttamente, ovvero a non ricevere un pasto con sufficiente apporto proteico, determinando a lungo andare, delle conseguenze negative per la salute.

Secondo la Coldiretti, la causa della malnutrizione degli italiani non è determinata solamente dall’aumento dei prezzi e, in generale dal costo della vita, ma anche dalle condizioni lavorative che ognuno di noi possiede. Infatti, la freneticità della vita quotidiana e l’aumento dei livelli di stress, causati dalla imposizione di ritmi di lavoro sempre più serrati costringono moltissimi italiani a saltare i pasti o a “fuggire” dalla tavola e accontentarsi di un pranzo c.d. “al volo”, e privo di quel minimo apporto proteico necessario.

A causa di tale fenomeno, infatti, si registrano forti cali nell’utilizzo di pasti a tavola o nei ristoranti, mentre, al contrario, è in aumento l’utilizzo dei take-away e il consumo di panini i quali, anche in termini economici, rappresentano un risparmio quotidiano non indifferente.

Il dato sconcertante, sottolinea la Coldiretti, è dato dal fatto che oggi, per poter ottenere un singolo pasto contenente livelli proteici accettabili occorrerebbe spendere una cifra non inferiore ai 25-30 euro che, nell’ottica di un italiano che percepisce un salario medio di 1000/1500 euro al mese, significherebbe spendere circa 850 euro mensili, ovvero più della metà del proprio stipendio.

Pertanto, il problema dell’insufficiente livello nutrizionale dei cittadini italiano, come sottolinea anche il Ministro della Salute, deve necessariamente presentarsi come uno delle tematiche centrali delle successive manovre economiche di crescita del nostro paese per la tutela della salute di tutti noi.

Fonte Coldiretti

 

Francesco Vaglio




Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 94E0301503200000006351299 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.
Dopo la donazione compila il form di sostenitori!

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button