Agenda

la cipolla di Cannara

La cipolla è una delle regine della cucina italiana e non solo. Nella nostra penisola se ne producono molte varietà perché il nostro territorio, da nord a sud,  si presta alla sua coltivazione. Intorno al gustoso prodotto della terra sono nate e cresciute feste e sagre alcune delle quali richiamano moltissime persone.
Ai primi di settembre, il cuore dell’Italia, accoglie la tradizionale Festa della Cipolla di Cannara in provincia di Perugia. Ormai alla 35ma edizione, l’evento  è cresciuto per l’interesse che questa varietà riscuote tra consumatori e ristoratori.Festa Cipolla Cannara_pubblico 1

Cannara è pronta quindi ad accogliere nelle prime due settimane di settembre, dal 2 al 6 e dall’8 al 13, circa 80.000 persone con un programma che, oltre alla naturale offerta gastronomica, prevede numerosi eventi collaterali.

Le cipolle prodotte nel territorio di Cannara fin dal 1300 sono: la bianca piatta, la rossa e la dorata ma la più amata è sempre la rossa ramata per la sua inconfondibile dolcezza. Una cipolla facilmente conservabile per la scarsa presenza nel terreno di sostanze organiche ma una quantità discreta di potassio, una cipolla la cui tecnica di coltivazione  viene tramandata nelle aziende, spesso a conduzione familiare, dei “cipollari”.

Un prodotto italiano da conoscere e da provare anche in occasione della manifestazione settembrina  nei 5 punti di ristoro del centro storico dove sarà possibile assaggiare  piatti a base di cipolla nei.

La cipolla di Cannara e le altre eccellenze del territorio saranno i protagonisti di eventi collaterali come i cooking show degli chef Giorgio “Giorgione” Barchiesi (ambasciatore della cipolla di Cannara personaggio televisivo molto seguito con il suo “Orto&Cucina” su Gambero Rosso e Jennifer Mcllvaine (chef e blogger “Life Italian Style”) anche sulla cipolla di Walla Walla, città americana dello stato di Washington gemellata con Cannara.

Festa cipolla Cannara_cipolle 1Molte altre saranno le novità, come il mercato di P.A.T. – prodotti agroalimentari tradizionali (anche la cipolla di Cannara è riconosciuta come P.A.T. dal Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali) e il menu gluten free in collaborazione con AIC Umbria.

Interessante il pacchetto turistico messo a punto per l’occasione che a soli 99 euro denominato La cipolla si svela Da segnalare, inoltre, l’APP ufficiale della manifestazione da scaricare, la “CipollAPP”, in cui sono inserite le informazioni riguardo l’evento, il programma e le taverne della Festa.

 

(+39) 075.813074 – cell. (+39) 334.3954324 – info@asisiumtravel.com – www.umbriaincoming.it.

 

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button