Tribuna

La Cina riconosce il Marchio Prosecco

La Cina riconosce il Marchio Prosecco

La Cina riconosce il Marchio Prosecco

Prosecco
Prosecco

La Repubblica Popolare Cinese tramite le competenti autorità ha riconosciuto il Marchio Prosecco.

Il Consorzio del Prosecco DOC aveva iniziato la pratica per ottenere l’importante riconoscimento nel 2014.

Aveva depositato allora la richiesta presso il CNIPA che è l’Ufficio Marchi Cinese.

La pubblicazione del riconoscimento della IG per il vino italiano ha scatenato la strenua opposizione da parte dei produttori di vino australiano rappresentati dall’ AGWI – Australian Grape and Wine Incorporated.

L’ opposizione era volta ad ostacolare il riconoscimento e la protezione della  IG – Indicazione Geografica Prosecco per il vino italiano.

La Cina riconosce il Marchio Prosecco

 

La Cina riconosce il Marchio Prosecco

Sono molti anni che nazioni quali l’Australia combattono con ogni mezzo la registrazione di importanti marchi di vini italiani.

Questo perché molti produttori vogliono o vorrebbero immettere nel mercato vini con nomi di fantasia o similari che richiamano i nostri prodotti.

Il CNIPA – Ufficio Marchi della Repubblica Popolare Cinese ha respinto l’opposizione dei produttori australiani.

Ha sentenziato che il Marchio Prosecco essendo una IG – Indicazione Geografica è idoneo a svolgere la funzione di marchio volto a distinguere l’origine del prodotto vino.

È un risultato molto importante e una conferma sul fronte della tutela internazionale dei nostri vini.

Il mercato cinese ha assunto oramai un ruolo strategicamente importante nel mercato dei vini.

Grandissima soddisfazione è stata giustamente espressa dai produttori e da Stefano Zanette presidente del Consorzio Prosecco DOC.

La Cina riconosce il Marchio Prosecco

 

L’ ambasciatore italiano nella Repubblica Popolare Cinese si è rallegrato personalmente per la positiva conclusione del procedimento con una lettera inviata al presidente del Consorzio Prosecco DOC e ai produttori.

Questo importante riconoscimento internazionale rappresenta un grande passo avanti nella difesa e per il riconoscimento della Denominazione Prosecco.

Da questa vittoria trarranno beneficio tutti gli altri vini italiani impegnati in tutto il mondo nella difesa della loro identità contro furbetti di ogni risma e agguerriti contraffattori. 

Umberto Faedi 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Back to top button