Info & Viaggi

L’ultimo paladino

La Campania vanta angoli estranei alla smania del tempo, luoghi dove tutto sembra scorrere lento o forse soltanto con i giusti ritmi, certamente sconosciuti a chi vive in città.

Posti incontaminati come Morigerati e la sua frazione Sicilì, in provincia di Salerno, parliamo di una zona collinare nel Cilento poco distante dalle coste del Golfo di Policastro  più nota per le oasi del WWF.

Nei decenni passati, l’uomo ha chiesto ai boschi di piccolo fusto e alla macchia mediterranea di concedergli più terra per impiantare oliveti e orti, la natura si è rimessa alla sua volontà, ma negli ultimi anni rovi e macchie selvatiche si stanno riappropriando della terra ormai abbandonata.

La strada che porta da Morigerati a Sicilì è nel silenzio rispettoso della natura, le colline sono tappezzate di verde ma con pochissime colture che affiorano a tratti fra le macchie boschive, il centro storico è di notevole fascino, i palazzi antichi e la piazza, la chiesa con l’alto campanile, qualche anziano siede fuori al portone di casa e guarda incuriosito, il silenzio  diventa assordante senza le voci dei bambini, in tanti sono andati via, in pochi hanno scelto di restare, di faticare per il territorio e portare oltre le colline cilentane i propri prodotti.

Inizia qui una serie di tappe tra le piccole aziende di Morigerati, nate da uomini e donne appassionati del proprio lavoro e determinati a produrre unicamente qualità. Frantoio Marsicani oltre 20 ettari olivetati a Leccino, Moraiolo, Ravece, Rotondella e Pisciottana in tutto circa 4500 piante, l’ultimo discendente è Nicolangelo che oltre ad aver ereditato gli uliveti e il mestiere di famiglia, porta con se un sincero amore per la sua terra.

Ed è proprio l’attaccamento a queste colline fertili e docili lo ha spinto a continuare nella produzione di olive e quindi di olio extra vergine d’oliva, mirando a ritagliarsi uno spazio nella produzione d’eccellenza, non solo per la voglia di far bene ma soprattutto per dare visibilità ad un territorio abbandonato a se stesso.

Nicolangelo Marsicani  ha introdotto una produzione di alta qualità di olio extra vergine d’oliva dal cultivar “Pisciottana”, una tipologia autoctona, ma sottovalutata, che sulla base di varie sperimentazioni da lui stesso testate, che vanno dalla potatura meccanizzata, al monitoraggio contro i parassiti, alla raccolta con l’immediata lavorazione delle olive, unitamente alle operazioni in frantoio valutate di anno in anno, ha portato innovazione pur rispettando la tradizione e la cultura di Morigerati, dando alla “Pisciottana” i giusti meriti.

L’olio extravergine di oliva di Nicolangelo Marsicani è un olio fatto con le olive e con l’attenzione di un uomo, uno tra gli ultimi paladini su questa zolla di Cilento.   

Angela Merolla

www.marsicani.com  


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Redazione

Club olio vino peperoncino editore ha messo on line il giornale quotidiano gestito interamente da giornalisti dell’enogastronomia. EGNEWS significa infatti enogastronomia news. La passione, la voglia di raccontare e di divertirsi ha spinto i giornalisti di varie testate a sposare anche questo progetto, con l’obiettivo di far conoscere la bella realtà italiana.

Articoli correlati

Back to top button