Vini e Ristorazione

L’orto-lounge di Alessandro Cappotto a Villa Calini

Alessandro Cappotto, chef e patron di Villa Calini, la bellissima dimora seicentesca franciacortina, ha avuto un’idea per dare il benvenuto all’estate: allestire un orto.

 

Questo spazio, oltre ad assolvere la sua funzione naturale, ovvero essere la fonte diretta delle materie prime per la cucina, è stato pensato per essere nello stesso tempo bello, accogliente e scenografico, una sorta di orto-lounge, di “stanze vegetali” ideali per ospitare aperitivi ed eventi vari. La particolarità di questo orto è che non si trova sul retro, ma di fronte alla casa, nascosto solo da una fila di piante e con affaccio diretto su una delle cucine della villa. Perfetto per organizzare corsi di cucina che mirano a creare un filo diretto tra le materie prime e la loro lavorazione.

 

Tutto ciò rientra nella filosofia di Alessandro Cappotto, attento ai prodotti biologici, stagionali e a km.0. Il risultato è un orto organizzato in dodici grandi vasche di legno, di forma rettangolare o quadrata, realizzate con lunghe assi di abete recuperate da un vecchio pavimento, ripiallate a mano e inchiodate tra di loro. In queste maxi–cassette vengono coltivati pomodori, insalate, zucchine, peperoni, carote ed erbe aromatiche.

 

Tra una vasca e l’altra, ben allineate in file parallele, è stata creata una pergola, semplice ed elegante, realizzata con pali di castagno provenienti da una vigna. Completano l’ambiente vecchi tavolini e poltroncine di vimini scovate nelle cantine della villa.

 

Per realizzare il suo sogno, Alessandro si è affidato all’interior design Nicola Falappi dello Studio Quaranta, mentre la piantumazione degli ortaggi è stata seguita da Marco Soardi del Vivaio I Giardini di Marzo entrambi di Brescia. Il risultato è un spazio rural-chic, un valore aggiunto alla bellezza di Villa Calini, per organizzare aperitivi, matrimoni e quant’altro in simbiosi con la natura.

Isabella Radaelli

i.radaelli@egnews.it


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button