Stile e Società

“isensi” della patata con emiliaromagnacuochi

“isensi” è il nome dato ad un progetto realizzato dall’Associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi per costruire, attraverso un percorso in 15 tappe in un biennio, un “Atlante Gastronomico della food valley”, una banca dati dei prodotti di qualità dell’Emilia Romagna.

Ogni appuntamento consiste in una giornata in cui viene descritto il prodotto, lo si analizza dal punto di vista sensoriale, e alla fine gli chef preparano i piatti, su cui innestare il massimo di espressione sensoriale soggettiva, creativa, emozionale.

Dopo pere e mele, aceto balsamico e salumi cotti, lunedì 23 marzo 2015 verranno illustrate le patate dell’Emilia Romagna.
Ospitata nello sontuoso scenario di Monte del Re di Dozza Imolese, in provincia di Bologna, la giornata di approfondimento si svolgerà come di consueto in due momenti distinti: nel pomeriggio, dalle 15.30, la parte dedicata all’analisi sensoriale dei prodotti, mentre alle 20 la cena realizzata da alcuni degli chef più affermati della regione, soci di CheftoChef.logo cheftochef

CheftoChef emiliaromagnacuochi (www.cheftochef.eu) una associazione di cuochi, gourmet, produttori, che hanno intrapreso un’operazione culturale per far conoscere al mondo le qualità gastronomiche dell’Emilia Romagna. È costituita dai 50 chef top della regione e da una trentina di aziende tra cui i più importanti Consorzi dei prodotti tipici.

Presenta e coordina la giornata Enrico Vignoli e sono previsti diversi interventi di esperti. Davide Cassi dell’Università di Parma, descriverà la storia, le caratteristiche e le analisi sensoriali delle patate, dalla Dop di Bologna a quelle della collina modenese, dalle patate di montagna come la Selenella a quelle di pianura, da quelle di Bertinoro nel forlivese a quelle di Montescudo nel riminese.

La cena vedrà ai fornelli: Gianni d’Amato (Caffè Arti e Mestieri di Poviglio, Reggio Emilia) con il piatto “Una patata va al mare”, abbinato alla Malvasia Colli di Parma DOC Frizzante Selezione dell’Azienda Monte delle Vigne; il patron di Monte del Re, Umberto Cavina, che proporrà “Una patata va in collina” abbinato a Posca Bianca Pignoletto Superiore Cuvée di Vigneto San Vito; Massimiliano Poggi (Il Cambio di Bologna) con il lombo di cervo delle colline bolognesi, lardo, patate e salsa al Codronchio in abbinamento all’Albana di Romagna DOCG Riserva Codronchio Magnum del 2010 della Fattoria Monticino Rosso di Imola; infine Gianluca Gorini (Le Giare di Montenuovo di Montiano) con “Patata, nocciole e rosmarino”.

Per informazioni sulle modalità di partecipazione alla sessione pomeridiana e/o alla cena (entrambe aperte al pubblico): isensi@cheftochef.eu, oppure Luigi Franchi 331 6872138 e Franco Chiarini 347 7827175.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button