Bologna e il resto del mondo

In Emilia Romagna arrivano nuovi vigneti

La Regione Emilia Romagna ha rilasciato le autorizzazioni per nuovi vigneti che devono essere impiantati nei prossimi tre anni.

Sono state accolte quasi tremila domande sulla base del bando nazionale emesso dal Ministero delle Politiche Agricole quest’anno.

L’assegnazione è gratuita per gli appezzamenti aggiuntivi  in merito ad impianti vitivinicoli in applicazione del regolamento europeo che ha introdotto il meccanismo delle autorizzazioni.

Il limite è dell’uno per cento in più di superficie vitata in più rispetto a quella dell’anno prima, in questo caso è ovviamente riferito al 2020.

Gli ettari complessivi autorizzati dalla regione sono complessivamente 523 e 2823 le aziende agricole che hanno fatto la richiesta.

Tra i criteri di priorità richiesti dalla regione la introduzione di produzione vitivinicola biologica. I viticoltori avevano richiesto complessivamente di autorizzare 2493 ettari e la media concessa ad ognuno è stata di poco superiore a 1800 metri quadrati.

Ai viticoltori che avevano richiesto la massima superficie vitata assegnabile corrispondente ad 1 ettaro sono stati assegnati 1949 metri quadrati.

I quattro viticoltori che coltivano uve biologiche e ai 195 che hanno richiesto meno di 1500 metri quadrati è stata assegnata l’intera superficie richiesta.

I viticoltori che hanno ottenuto meno del 50 % della superficie richiesta hanno tempo fino al 28 Ottobre per rinunciare alla autorizzazione senza incorrere in sanzioni.

Tutti gli altri hanno tempo fino al 28 Settembre 2024 per piantare le barbatelle e nei sessanta giorni successivi presentare agli enti territoriali competenti la comunicazione di fine lavori dei nuovi impianti.

I nuovi vigneti dovranno essere mantenuti almeno per cinque anni a meno che non intervengano inaspettate cause di forza maggiore o seri problemi fitosanitari. 

Umberto Faedi


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Back to top button