Il The Jerry Thomas Speakeasy scalda i motori in attesa della ripresa

Il The Jerry Thomas Speakeasy scalda i motori in attesa della ripresa

Print Friendly, PDF & Email

Il peggio non è ancora alle spalle ma si intravedono segnali di ritorno alla normalità. Una strada in salita ed irta di difficoltà che tutte le attività tenteranno di percorrere districandosi tra disposizioni e normative.  Un momento particolare che un giorno rappresenterà una battaglia vinta, qualcosa di cui fregiarsi e che  tra tanti anni arricchirà la storia di tutti quei locali che con enormi sacrifici avranno saputo superare le avversità.

Tra questi ci sarà il The Jerry Thomas Speakeasy – primo speakeasy – ‘bar nascosto’ – italiano, vero e proprio tempio di eccellenza del buon bere che sorge dal 2010 nel cuore di Roma e che da anni porta alto il nome del bere miscelato italiano nella classifica dei The World Best 50 Bars.

 Il ‘Jerry’, come viene comunemente chiamato, nasce dall’idea di riportare alla luce uno stile di miscelazione ormai dimenticato. Nel 2010 un gruppo di bartender decide di dare vita a questo piccolo Club nel cuore della Capitale mettendo a disposizione di colleghi, appassionati e curiosi un luogo dove sperimentare e condividere le loro particolari esperienze.

Nasce così il Primo “Secret Bar” Italiano. Gli anni che seguono sono fatti di viaggi, ricerca, studio, scambi culturali, seminari e tanta determinazione. Nel 2013 dopo una lunga e minuziosa ricerca storica e tecnica, vede la luce il “Vermouth Del Professore”, primo di una lunga serie di prodotti ideati in collaborazione con le Distillerie Quaglia, compresi tre gin di altissima qualità.

Al decimo anno di attività il Jerry rimane un punto di riferimento per la miscelazione in Italia, continuando a cercare, sperimentare e diffondere le proprie conoscenze con lo stesso entusiasmo dell’inizio e perfettamente raccontate  nel volume “Twist on Classic”.

Nell’attesa di riaprire gli spazi al pubblico, il The Jerry Thomas Speakeasy  propone intanto qui alcuni dei suoi cocktail sperando di servirli presto ai suoi tavoli.

Cherry Bomb

Bartender: la crew del The Jerry Thomas Speakeasy di Roma

Ingredienti: 4 cl Bitter Del Professore – 15 cl Cherry Soda Three Cents

Garnish: lemon zest

Preparazione: Un drink fresco e leggero, estremamente facile da preparare e riprodurre anche a casa. Riempire un bicchiere con del ghiaccio fino al bordo, aggiungere 4 cl di Bitter Del Professore e 15 cl di Cherry Soda Three Cents e il limone e mescolare con un bar spoon. Un cocktail molto semplice e che incarna alla perfezione il concetto di Aperitivo all’italiana.

Aperitivo&Tonic

Bartender: la crew del The Jerry Thomas Speakeasy di Roma

Ingredienti: 5 cl Aperitivo del Professore – 15 cl Tonic Water London Essence

Garnish: Lemon Zest

Preparazione: Riempire un bicchiere con del ghiaccio fino al bordo, aggiungere i due ingredienti e il limone e mescolare con un bar spoon. Un aperitivo fresco e semplice, per sconfiggere l’afa che ci attanaglierà in estate, grazie all’Aperitivo Del Professore, che nasce dall’accurata infusione artigianale di mandarino, limone, genziana e rabarbaro. I suoi sapori leggeri (15% il volume alcolico) e colori mediterranei rievocano le atmosfere dei favolosi anni Cinquanta…

Cheeky Smile

Barman: Gregory Camillò head bartender del The Jerry Thomas Speakeasy di Roma,

Ingredienti: 40 ml Vermouth Del Professore Chinato – 20 ml Caramelised Pumpkin Cordial – Top up Passiflora soda water

Bicchiere: Collins

Garnish: peel di limone

Preparazione: Con la tecnica build, versare tutti gli ingredienti direttamente in un bicchiere Collins colmo di ghiaccio e mescolare delicatamente.

Ispirazione: Il drink Cheeky Smile prende ispirazione dalla tradizionale zucca lavorata e intagliata, simbolo di Halloween, che viene sempre raffigurata con un sorriso. Il sorriso è uno dei simboli più comuni e più utilizzati nell’estetica horror, che caratterizza diversi personaggi, tra i più famosi il clown Pennywise del libro IT, di Stephen King. Inoltre, la caramellizzazione della zucca e il pairing con il frutto delle passione, si ispira al tradizionale “Trick or treat”, usanza che prevede che i bambini, in maschera, bussino porta a porta per ricevere e collezionare dolci.

La zucca viene caramellata agendo proprio sugli zuccheri e a una temperatura di circa 170 gradi. Ne viene estratto il succo, per poi essere lavorato con acidificanti naturali, per ricrearne un cordiale. Il succo del passion fruit verrà poi diluito e carbonato per ricreare una soda dai leggeri sentori fruttati, caratteristici del prodotto, che vanno a formare un ottimo pairing con la zucca.

Il tutto al sapore del  Vermouth Del Professore Chinato, che propone una base aromatica forte e interamente naturale, con arancio, vaniglia, china calisaya e corìandolo, una giusta compenente zuccherina e il tocco delle spezie amare. Una ricetta che rinnova l’antica tradizione, diffusasi a fine Ottocento, di abbinare i tratti delicatamente amari e le virtù fortificanti della china alla classica dolcezza e aromaticità dei vermouth, per ottenere prodotti adatti sia come aperitivo che come digestivo a fine pasto.

foto Alberto Blasetti

About The Author

Related posts