Testata
Testata
Testata
Testata
Testata
Testata
Testata
Il Syrah toscano a Camporeale

Il Syrah toscano a Camporeale

image_pdfimage_print

I Syrah d’Italia si sono “trovati” domenica 8 ottobre 2017 a Camporeale, in provincia di Palermo, in occasione di Camporeale Day, per una degustazione che ha messo a confronto i vini ottenuti da questo vitigno. La Toscana dove il Syrah da il meglio di se nella zona di Cortona, si è scontrata con vini siciliani.

Il Consorzio Cortona Vini rappresentato nella persona del presidente Marco Giannoni ha partecipato al seminario in cui 4 vini di aziende cortonesi sono stati messi a confronto con 4 produzioni siciliane e alla fine ha dichiarato  con orgoglio che “essere stati contattati per rappresentare un “modello” da prendere a esempio è un segno  di una continuità sulla via della qualità e della ricerca su un vitigno che sempre di più identifica la nostra intera denominazione per la quale del resto vale oltre il 70% della produzione a marchio Doc».

Cortona

La Doc cortonese che regala un Syrah fresco, deciso, elegante o potente ha trovato in questo vitigno caratteristiche che ben si adattano al terreno di pertinenza. Infatti il Syrah è una varietà di uva che ha saputo trovare nelle colline intorno a Cortona un ambiente pedoclimatico ideale per esprimersi.
Arrivate in zona (come narra la leggenda) tramite l’occupazione francese nell’era napoleonica, le barbatelle hanno subito attirato l’interesse dei produttori dell’epoca. E così questo vitigno, forse di origini mediorientali (dalla città persiana di Schiraz) o mediterranee (da Siracusa), ha trovato la sua casa in Toscana.
Camporeale Day è una manifestazione volta a valorizzare e promuovere le risorse enogastronomiche, artistiche, artigianali e turistiche del territorio camporealese organizzata dall’Associazione Turistica Pro Loco Camporeale con il patrocinio del Comune di Camporeale.

Aperta alle produzioni agroalimentari e artigianali di nicchia, agli appassionati del turismo sostenibile e dei metodi di produzione tradizionali, biologici e salutari, nonché a giornalisti e operatori del settore rappresenta un momento anche formativo. Camporeale, “città del Vino e del Legno”, è profondamente ancorata alle tradizioni culturali della Sicilia e in particolare del territorio in cui sorge. Frumento, viticoltura e olivocoltura sono le eccellenze che da sempre sono presenti e oggi rappresentano la punta di diamante delle produzioni.

 

Roberta Capanni

About The Author

Vicedirettore

Related posts

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi