Il Syrah toscano a Camporeale

Il Syrah toscano a Camporeale

Print Friendly, PDF & Email

I Syrah d’Italia si sono “trovati” domenica 8 ottobre 2017 a Camporeale, in provincia di Palermo, in occasione di Camporeale Day, per una degustazione che ha messo a confronto i vini ottenuti da questo vitigno. La Toscana dove il Syrah da il meglio di se nella zona di Cortona, si è scontrata con vini siciliani.

Il Consorzio Cortona Vini rappresentato nella persona del presidente Marco Giannoni ha partecipato al seminario in cui 4 vini di aziende cortonesi sono stati messi a confronto con 4 produzioni siciliane e alla fine ha dichiarato  con orgoglio che “essere stati contattati per rappresentare un “modello” da prendere a esempio è un segno  di una continuità sulla via della qualità e della ricerca su un vitigno che sempre di più identifica la nostra intera denominazione per la quale del resto vale oltre il 70% della produzione a marchio Doc».

Cortona

La Doc cortonese che regala un Syrah fresco, deciso, elegante o potente ha trovato in questo vitigno caratteristiche che ben si adattano al terreno di pertinenza. Infatti il Syrah è una varietà di uva che ha saputo trovare nelle colline intorno a Cortona un ambiente pedoclimatico ideale per esprimersi.
Arrivate in zona (come narra la leggenda) tramite l’occupazione francese nell’era napoleonica, le barbatelle hanno subito attirato l’interesse dei produttori dell’epoca. E così questo vitigno, forse di origini mediorientali (dalla città persiana di Schiraz) o mediterranee (da Siracusa), ha trovato la sua casa in Toscana.
Camporeale Day è una manifestazione volta a valorizzare e promuovere le risorse enogastronomiche, artistiche, artigianali e turistiche del territorio camporealese organizzata dall’Associazione Turistica Pro Loco Camporeale con il patrocinio del Comune di Camporeale.

Aperta alle produzioni agroalimentari e artigianali di nicchia, agli appassionati del turismo sostenibile e dei metodi di produzione tradizionali, biologici e salutari, nonché a giornalisti e operatori del settore rappresenta un momento anche formativo. Camporeale, “città del Vino e del Legno”, è profondamente ancorata alle tradizioni culturali della Sicilia e in particolare del territorio in cui sorge. Frumento, viticoltura e olivocoltura sono le eccellenze che da sempre sono presenti e oggi rappresentano la punta di diamante delle produzioni.

 

Roberta Capanni

About The Author

Vicedirettore

Related posts