Il panettone dedicato a Rossini

Il panettone dedicato a Rossini

Print Friendly, PDF & Email

Si rinnova anche per quest’anno il sodalizio tra la pasticceria di Milano Giovanni Cova & C. e l’Archivio storico Ricordi, due realtà legate alla storia ed alla cultura milanese.

In occasione del 150° anniversario dalla scomparsa del compositore Gioachino Rossini,   la pasticceria di Milano Giovanni Cova & C. ha deciso di rendergli omaggio, creando il Gran Cioccolato, un panettone realizzato con una scrupolosa selezione di ingredienti ricoperto con losanghe di cioccolato fondente e granella di nocciole,  al suo interno gocce di cioccolato senza uvetta e senza canditi. L’incarto riproduce la partitura autografa dell’opera L’Italiana in Algeri e il ritratto del maestro,  opera di Vespasiano Bignami con  i  Tre Cerchi, emblema di Casa Ricordi e il Meneghino, simbolo delle produzioni dolciarie della Giovanni Cova & C.

La linea Ricordi di questo Natale comprende  il pandoro e panettone classico vestiti con le immagini storiche di Madama Butterfly di G. Puccini;  il libretto dell’Iris di P. Mascagni per il  panettone al pistacchio; mentre le specialità  con marrons glacès e  ai frutti di bosco porteranno le  illustrazioni di Marcello Dudovich e la copertina della  rivista musicale Ars et Labor del 1910. La nuova ricetta del panettone curcuma e zenzero rappresenta la copertina di Bluff di Sergio Tofano mentre il bozzetto de  La farsa amorosa di R. Zandonai del 1933  veste il panettone pere e cioccolato;   Il Carillon magico di R.Pick Mangiagalli, con un figurino di Umberto Brunelleschi del 1918 viene rappresentato sull’incarto del panettone cioccolato fondente e lamponi. Grazie alla competenza ed alla conoscenza dei segreti che sono custoditi nelle raccolte Ricordi, la scelte delle immagini ha tenuto conto dei colori dominanti che richiamano in qualche modo a quelli degli ingredienti.

L’Archivio storico Ricordi  è la più importante raccolta musicale privata del mondo ospitato all’interno della Biblioteca Braidese a Milano. Una storia iniziata nel 1808 da Giovanni Ricordi, acquistato nel 1994 dalla multinazionale tedesca Bertelsmann che da allora ne garantisce la conservazione e lo sviluppo culturale. Il suo prestigio risiede nella varietà dei documenti conservati, che offrono una visione completa della cultura, dell’industria e della società italiana. Attualmente l’Archivio comprende 3.593 partiture dal ‘700 al primo ‘900 di cui 2.246 autografe, circa 15.000 lettere di musicisti e librettisti, oltre 10.000 bozzetti e figurini, più di 9.000 libretti, 4.000 foto d’epoca, manifesti liberty firmati dai grandi della grafica. Sono conservati gli originali di 23 delle 28 opere scritte da Verdi, tutte le opere di Puccini (con la sola eccezione di Rondine), che si affiancano a moltissime opere dei grandi  della musica classica: Rossini, Bellini, Donizetti, Paganini, Liszt, fino ai più moderni come Respighi, Malipiero, Casella, Pizzetti, Nono, Maderna, Donatoni.

La prestigiosa pasticceria di Milano, che inizia ufficialmente la sua avventura nel 1930, anche se in realtà la storia del marchio ha radici nella Belle Epoque milanese, ha oggi il suo punto vendita nel cuore di Milano, in Via Cusani 10 dove promuove l’artigianalità dei suoi prodotti in Italia e in tutto il mondo. Giovanni Cova & C. è il brand premium del gruppo  IDB (Industria Dolciaria Borsari).

Piera Genta

About The Author

Related posts