Vini e Ristorazione

Il Consorzio di Tutela del Lambrusco si è costituito

Si sono fusi dal nel Gennaio 2021 in una unica entità i tre Consorzi di Tutela del Lambrusco.

Si sono fusi dal nel Gennaio 2021 in una unica entità i tre Consorzi di Tutela del Lambrusco.

Il Consorzio di Tutela del Lambrusco di Modena, il Consorzio per la Tutela e la Promozione dei Vini DOP Reggiano e Colli di Scandiano e Canossa e il Consorzio di Tutela Vini del Reno DOC hanno dato vita a questa entità.

Guido Biondi è il presidente e Davide Frascari il vicepresidente dopo la deliberazione all’unanimità delle tre assemblee dei tre consorzi.

Sono 16.600 gli ettari vitati complessivi in rappresentanza di otto denominazioni che si trovano tra le province di Modena e Reggio Emilia e lambiscono la provincia di Bologna.

La produzione complessiva stimata è di oltre 42 milioni di bottiglie di Lambrusco DOC e di 170 milioni prendendo in considerazione le bottiglie certificate IGT.

È quindi operativo l’organismo che organizzerà la promozione del Lambrusco nel mondo.

Le otto denominazioni sono: Lambrusco di Modena DOC, Lambrusco di Sorbara DOC, Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC, Lambrusco Salamino di Santa Croce DOC, Lambrusco Reggiano DOC, Colli di Scandiano e Canossa DOC, Reno DOC e Bianco di Castelfranco IGT.

Non esiste un solo Lambrusco e spesso ai consumatori vengono proposte bottiglie di bassa qualità. Era quindi assolutamente necessario unire i consorzi in una unica entità per far conoscere le numerose peculiarità e qualità date dalle differenze territoriali del Lambrusco DOC per rendere ancora più forte e competitivo nel mercato una eccellenza dell’Emilia Romagna come è il Lambrusco.

Umberto Faedi 


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Umberto Faedi

Vicedirettore

Articoli correlati

Guarda anche
Close
Back to top button