Punti di Vista

I settori del turismo detestano le previsioni meteo

Ogni anno che viene, le condizioni meteo e le previsioni prendono sempre più ampio spazio nelle notizie sui tg, cosicché si viene a saper che “questo è l’anno con le temperature più alte dell’ultimo quinquennio/decennio”, “è un anno record per le precipitazioni temporalesche”, e nel contempo illustri meteorologi e fighissime “esperte” (dalla pancia superpiatta e inespressive) illustrano le previsioni.

Più tragiche sono le previsioni meteo, con tanto di elevata scala di colore per l’allerta alla cittadinanza, più i teleutenti si preoccupano per i propri progetti, giornalieri ma specialmente vacanzieri.
Prendere l’ombrello e giacca impermeabile o rinunciare all’evento in piazza che sotto ad un acquazzone non si potrebbe godere e forse potrebbe essere sospeso? Meglio stare a casa, i siti del meteo non sbagliano.
Disdire l’albergo per il fine settimana in quella località che è al centro delle perturbazioni meteo “scientificamente” previste, o partire per la vacanza confidando su migliori auspici? Giacché la meteorologia è una scienza, per quanto – a leggere bene i dati del “meteo in tempo reale” – si vede la % delle probabilità, sempre circa tra il 70 e 80%, quindi un margine un margine di incertezza è possibile.

Il settore turistico alberghiero più volte ha protestato contro coloro che diffondono drammatiche previsioni meteo, perché complici di disdette di soggiorno e quindi di perdite economiche.

Le previsioni meteo non poche volte falliscono, e i valorosi turisti che superano la sfida si possono godere le vacanze, in cui anche la variabilità del tempo fa parte dello svago.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button