I risultati della vendemmia 2019 in Italia

I risultati della vendemmia 2019 in Italia

Print Friendly, PDF & Email

I dati aggiornati della vendemmia 2019 riportano una raccolta equivalente a 43 milioni di ettolitri di vino, ai quali vanno aggiunti 14,5 milioni di ettolitri di vino nuovo,

Non Vino Novello attenzione, ancora in fermentazione e 15,5 milioni di mosti.

Il Vigneto Italia è tutto sommato in buona salute. Alle regioni del nord appartiene oltre il 60 % del vino prodotto in Italia.

La raccolta ricalca la campagna del 2018 che fece registrare 42,9 milioni di ettolitri di vino, 15,3 di mosti e 15,3 di vini nuovi in fermentazione.

Il 50 % e più risulta essere vino a denominazione con prevalenza dei vini rossi per il 53,5 %, 25,9 % sono vini IGP e pure qui prevalgono i vini rossi con il 55,2 %. I vini varietali sono appena l’1,6 %, i vini da agricoltura ed uve certificate biologiche sono il 5,8 %, il restante 22,3 % sono vini da tavola.

In Emilia Romagna l’annata 2019 ha fatto registrare un calo nella raccolta che oscilla tra il 20 e il 25 %  in.meno in confronto con il 2018.

La resa totale è di poco superiore agli 8 milioni di ettolitri rispetto ai 10,3, della ultima vendemmia 2018.

In Romagna abbiamo il calo maggiore che arriva in certe zone fino al 32 %, ed è più marcato per le uve rosse.

In Emilia l’area che si estende da Bologna fino a Piacenza denuncia un calo medio del 15 % con una diminuzione nella raccolta per le uve a bacca bianca.

Sui Colli Bolognesi è il Pignoletto, simbolo del territorio, a subire cali anche superiori. L’uva è di ottima qualità ma ce n’è meno come ci confermano il Dottor Carlo Gaggioli e sua figlia Letizia dalla Cantina sulle colline di Zola Predosa al Borgo delle Vigne.

Recentissimamente la cantina ha ricevuto il premio Prezzo – Qualità   dalla Guida del Gambero Rosso per il Merlot Colli Bolognesi. Alla 21° Rassegna Interregionale dei Vini Spumanti e Frizzanti a Verona ha visto premiati tutti i tre vini che aveva presentato.

Rosato Brut Spumante Letizia, Pignoletto Spumante DOCG Il Francia Brut e Pignoletto Frizzante DOCG Colli Bolognesi.

Sempre secondo il Gambero Rosso il Ristorante dell’Agriturismo Borgo delle Vigne condotto magistralmente da Letizia Gaggioli è nella TopTen dei migliori ristoranti nei dintorni di Bologna.

Ottime le prospettive per le nostre esportazioni.

Di fronte ad un leggero regresso nel mercato inglese il vino italiano progredisce assai bene in Giappone con un 15,7 % in più e ancora meglio hanno fatto le nostre bollicine, soprattutto quelle di qualità con un incremento medio di oltre il 20%. Buone prospettive si aprono in Corea del Sud anche se in questa nazione il consumo di vino è ancora limitato.

I famigerati ed ingiusti dazi voluti dallo schizofrenico malnutrito presidente degli Stati Uniti stanno invece penalizzando i liquori e i distillati italiani.

Nel mercato Usa i nostri ottimi prodotti hanno una quota del 17 % e sono al terzo posto per vendite dopo Francia e Irlanda. È un vero peccato perché a differenza di chi ci precede si registra un aumento delle vendite, tendenza confermata negli ultimi dieci anni.

Il mercato Usa è  il secondo per importanza per le esportazioni italiane di questi prodotti, dietro a quello tedesco che assieme a Francia e Regno Unito assorbono i due terzi della produzione dei nostri pregevoli distillati e liquori. 

Umberto Faedi 

About The Author

Umberto Faedi

Vicedirettore

Related posts