Vini e Vigne

Hic et Nunc tra vigne e vino, quando si vuole vedere una magia

Quando si vuole creare una magia che metta in relazione la vigna, la vinificazione e l’enoturismo, si arriva a realizzare un progetto d’avanguardia e “visionario”.

“Hic et Nunc”, una giovane realtà vitivinicola di Vignale Monferrato, di cui è proprietario Massimo Rosolen, ha inaugurato e aperto al pubblico la sua “cantina trasparente”, dove lo sguardo è il protagonista.

Le grandi vetrate che corrono su tutti i lati e la posizione “a raso” sui vigneti permettono agli ospiti di gettare l’occhio direttamente all’interno della produzione vitivinicola, sia sui filari di Vignale Monferrato sia seguendo l’intero processo di vinificazione, nel segreto stesso del vino, aprendo quello che solitamente si propone come uno spazio chiuso, quasi nascosto e poco accessibile, ossia le cantine.

In un evento esclusivo e dedicato alla ristorazione piemontese, il 12 ottobre è stata ufficialmente presentata la nuova struttura, su un progetto firmato dall’architetto Gianluca Erroi, un luogo sognato e progettato per offrire un’esperienza immersiva, fisica e sensoriale, all’interno del territorio.

I lavori per la realizzazione della cantina sono iniziati nel 2018, come ha dichiarato Massimo Rosolen, «Ricavata da un “taglio” della collina e, per la maggior parte, interrata, l’edificio riduce il più possibile l’impatto paesaggistico in un territorio che l’Unesco ha riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Gli spazi, distribuiti su tre piani, si configurano come un viaggio verso il “segreto del vino”. Un luogo aperto, accogliente, di stile contemporaneo e “trasparente” grazie all’impiego di vetro e acciaio. Un luogo ideato perché il visitatore possa fare esperienza diretta del vino e del suo territorio. Un modo nuovo di guardare al Monferrato del vino».

Dalla terrazza con affaccio panoramico e pavimentazione in larice, destinata agli eventi aziendali e alle degustazioni all’aperto, si scende al primo piano, dove enormi vetrate al livello del vigneto fanno immergere il visitatore nella Valle della Fons Salera, tra Vignale Monferrato e Casorzo: mosaico di vigne, campi coltivati e boschi, un tempo celebre per le sue acque termali.

Fra le vigne e la barricaia è stata posizionata la sala degustazione e il wine-shop, dove le vetrate che corrono anche sui muri interni aprono lo sguardo sui reparti di vinificazione, realizzando quella “trasparenza produttiva” che è alla base della filosofia di Hic et Nunc.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco.
Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746

Articoli correlati

Back to top button