Vini e Ristorazione

Grappe Val di Cembra a Vicenza

Nei giorni scorsi all’ANAG di Vicenza si è svolta una serata di degustazione guidata dal Mastro Distillatore trentino Bruno Pilzer,Pilzer - Bruno Pilzer b.r. seconda generazione di distillatori, dal 2001 impiantatasi a Faver (provincia di Trento), nella Valle di Cembra, terra di vini.

L’iniziativa, organizzata dalle sezioni vicentina e veneta di Anag è stata una “maratona del buon grado”, iniziata con l’approfondimento culturale del rapporto che esiste tra la grappa, prodotto cento per cento italiano, e gli altri distillati internazionali di acquaviti.

Dodici i prodotti in degustazione, accompagnati da formaggi, salumi e dolci messi a disposizione dal locale che ha ospitato l’evento, il Ristorante “Al Company” di Vicenza.

Ad aprire l’appuntamento “spiritoso” è stata una grappa giovane di Nosiola, autoctono trentino a bacca bianca, seguita da una semi-aromatica di Mueller Thurgau e da una giovane aromatica di Gewurztraminer. A chiudere la prima batteria un’altra grappa aromatica: una giovane da Moscato giallo che in Trentino viene vinificata “in bianco”, ma in versione “secca”.

La seconda batteria ha proposto grappe da vinacce di uve a bacca rossa: una di Teroldego, altro autoctono delle valli trentine, una grappa di Schiava gentile, pure autoctona, e due sperimentazioni interessanti con una grappa giovane ottenuta da blend di ben dodici singole distillazioni da vinacce diverse e con una grappa invecchiata in rovere di diversa vitalità, su base di vinacce da Pinot Grigio.

Pilzer - Bottiglie di grappaL’ultima batteria, infine, ha visto protagonista le acquaviti di frutta, dove la precisione nella preparazione del succo da fermentare e distillare è l’elemento determinante per ottenere un risultato di alto livello. Protagoniste sono state un’acquavite di mela, poi di pera, di albicocca e, per finire, l’originale grappa di mela cotogna. Tutte raffinate e precise, ben determinate nell’equilibrio che il bouquet aromatico floreale e fruttato al tempo stesso sa offrire, ma con un’intensità e una fragranza superbe.
In chiusura c’è stato spazio anche per un’altra sperimentazione proposta da Pilzer, grappa fatta con le albicocche della Campania, che è stata molto apprezzata.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button