Stile e Società

Formazione continua nel settore agroalimentare

La formazione continua può rappresentare la leva strategica per lo sviluppo e l’internazionalizzazione del settore agroalimentare, è quanto emerge da un recente sondaggio.

Ne è convinto il 61% di imprenditori, dipendenti, quadri, liberi professionisti, consulenti e rappresentanti di associazioni datoriali raggiunti dal sondaggio «Coltivare l’eccellenza. La strategia della formazione per l’agroalimentare italiano», realizzato da FondItalia, Fondo Paritetico per la Formazione Continua, in collaborazione con ExpoTraining ed ExpoLavoro & Sicurezza, la fiera della formazione patrocinata da Expo 2015, e Fiera Milano.

Secondo i risultati del sondaggio, per il 96% degli intervistati l’aggiornamento tecnico e l’incremento delle competenze specifiche possono fare la differenza nello sviluppo e nella competitività delle imprese del comparto all’interno dei mercati nazionali ed internazionali. Il dato sottolinea una domanda crescente nonostante i problemi del settore, settore che il 57% degli intervistati concorda si tratta di un settore in pieno sviluppo o che abbia ancora possibilità di crescita anche se solo all’estero, come sostiene il 30% di essi.

La formazione continua nel settore agroalimentare sarebbe in grado, nel 26% delle risposte, di aumentare la produttività tra il 10 e il 20%.
Inoltre il 75% dichiara che la formazione dei dipendenti del settore dovrebbe basarsi su modelli produttivi sostenibili.

Questo quadro fa riflettere da un lato su quanta buona volontà ci sia da parte degli operatori del settore agroalimentare, a tutti i livelli e tutte le età, di aggiornarsi per rassicurarsi che la propria preparazione sia confacente alle esigenze di qualità del prodotto fornita al mercato, e dall’altro quanta fiducia sia riposta nella tecnologia innovativa ritenendola strumento di competitività.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button