Curiosità

Fiera della Biodiversità Alimentare

A Palermo dal 20 al 23 aprile: a confronto mondo scientifico, istituzioni, privato sociale e produttori del comparto enogastronomico siciliano. Per l’occasione sarà presentato il disegno di legge su “Biodiversità e Dieta Mediterranea” a firma di Antonio Venturino, vicepresidente vicario dell’Ars.

 
Ritorna a Palermo la Fiera della Biodiversità Alimentare quest’anno aperta anche alle eccellenze alimentari dei Paesi del Mediterraneo. La Fiera organizzata da Idimed (Istituto per la promozione e la valorizzazione della Dieta Mediterranea), giunta alla terza edizione, si svolgerà tra i viali dell’Orto Botanico dell’Università di Palermo, emblema della Biodiversità, toccando anche la sede del Parlamento Regionale e quella della Città Metropolitana di Palermo, enti co-promotori dell’iniziativa.

 

Tra le “mission” della Fiera per Francesca Cerami, direttore generale Idimed, anche quella di “Portare alla ribalta il tema salute, offrendo la soluzione della prevenzione attraverso corretti stili di vita, responsabilità congiunta di tutti: famiglie, scuole, medici, politici e amministratori”.

 

Si parte Giovedì 20 aprile, ore 10.00 nella Sala Mattarella di Palazzo dei Normanni con un convegno dal titolo “Normative, disposizioni, bandi, opportunità e strategie di sviluppo per la Biodiversità Mediterranea”. Fra gli interventi Leana Pignedoli, prima firmataria del ddl. “313 – Disposizioni per la valorizzazione e la promozione della dieta mediterranea” in discussione al Senato della Repubblica e di Antonio Venturino, firmatario del disegno di Legge n. 1309 “Norme per la valorizzazione e il riconoscimento della dieta mediterranea” presentato di recente all’Ars.

 

“La Sicilia ha un patrimonio unico di biodiversità – spiega Antonio Venturino – e tradizioni, che se sposate con innovazione, orgoglio ed interesse scientifico possono essere il fortino alimentare d’Europa”.

 

Dopo una degustazione con prodotti tipici della Dieta Mediterranea, presso la “Serretta delle Felci” dell’Orto Botanico, a cura dell’Associazione provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo e degli allievi degli Istituti Alberghieri “Pietro Piazza” di Palermo e “Danilo Dolci” di Partinico, i lavori riprenderanno alle ore 16,00 presso la “Sala Lanza” dell’Orto Botanico con un convegno sui “Grani Antichi Siciliani” a cura del Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore e con la presentazione della mostra etnografica dei “Pani votivi del Pitrè” a cura di Mario Liberto.

 

La Fiera della Biodiversità Alimentare rappresenta ormai la “Expo” di Sicilia e del Mediterraneo ed è dedicata alle aziende coraggiose che contribuiscono allo sviluppo nel rispetto della tradizione e attraverso la tutela e la salvaguardia dei territori. (www.istitutoidimed.com)


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button