Agenda

EatPrato: partenza dai 300 anni del Carmignano

È questo il nome della manifestazione che dal 17 al 19 Giugno 2016 abbraccerà tutta la città toscana che metterà in mostra il meglio delle sue tante produzioni. Ma EatPrato è anche l’occasione per festeggiare i 300 anni della nascita del Carmignano: era infatti il 1716 quando il Granduca Cosimo III de’Medici indicò Carmignano come una delle quattro zone a vocazione viticola del Granducato di Toscana.Pesche-di-Prato-2 (1)

EatPrato perché Prato vanta eccellenze enogastronomiche di alto livello dalla mortadella pratese con l’alchermes alla bozza pratese, il pane fatto con farine macinate a pietra, fino al Vermuth  e ai famosissimi Biscotti di Prato e alle imperdibili pesche di Prato del pasticcere Paolo Sacchetti.

EatPrato, una kermesse che vedrà chef pratesi e fiorentini proporre un menù basato sui prodotti di Prato ma anche un contest per le più seguite blogger d’Italia che si batteranno misurandosi  con mortadella, biscotti, farina ecc….La kermesse organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Associazione Strada dei Vini di Carmignano e dei Sapori Tipici Pratesi e la partecipazione dei principali Consorzi e associazioni di tutela del territorio.

Cooking show, degustazioni e laboratori del gusto animeranno piazza del Comune e i ristoranti di Prato per tutto il weekend, la sfida online si concluderà con le tre ricette finaliste che saranno le saranno protagoniste di uno degli svariati cooking show in piazza del Comune, sabato 18 alle ore 18.

Tutto avrà inizio partendo dal Carmignano quando, venerdì 17 alle ore 18 Aldo Fiordelli, critico  enogastronomico,  terrà una lectio magistralis  dedicata ai 300 anni del Carmignano. Nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 giugno Consorzi e Associazioni allestiranno un vero e proprio “villaggio del gusto” in piazza del Comune, dove assaggiare tutte le prelibatezze del territorio (a partire dalle 17.30). Dalle 18 alle 21 andranno in scena i cooking show condotti da Luca Managlia con i ristoratori pratesi.

????
pane di prato farina Gran Prato

Tre i laboratori sensoriali in programma al Giardino Buonamici sabato 18: alle ore 16 un percorso sulla panzanella dedicato ai bambini, a cura del Centro Educazione al Gusto, mentre per i grandi in contemporanea si svolgerà una degustazione guidata dei vini di Carmignano, in collaborazione con l’AIS delegazione di Prato. A seguire, alle 17.30, laboratorio del gusto sulla Mortadella di Prato, a cura di Slow Food.

Per tutta la durata della kermesse ristoranti, enoteche e bistrot di Prato proporranno menu speciali e aperitivi gourmet a base di specialità pratesi. Tra coloro che hanno aderito all’iniziativa: il wine bar Le Barrique, il bar enoteca Lo Schiaccino, i ristoranti Le Fontanelle, Razmataz, Logli, Lo Scoglio, La Limonaia di Villa Rospigliosi, il vegetariano Yop e infine il Capriolo, Le Garage Bistrot, Megabono.

Intanto questasettimana alcuni tra i più interessanti chef fiorentini strizzeranno l’occhio ai prodotti pratesi:  Marco Stabile porterà un piatto made in Prato nel suo Ora d’Aria, Filippo Saporito a La Leggenda dei Frati sull’Erta Canina, Luca Cai al Magazzino di Piazza della Passera, Matteo Fantini da IO – Osteria Personale a San Frediano e Paolo Gori della storica trattoria Da Burde

 Sempre a Firenze pr tutto il mese di giugno da Konnubio in via dei Conti si potrà assaggiare il tortello ripieno di Mortadella di Prato con crema di pistacchio, accompagnato da uno shottino di Americano al vermouth. La Mortadella di Prato sarà inoltre regina della pizza di Santarpia, in largo Annigoni. Fuoriporta i sapori pratesi si potranno gustare a La Tenda Rossa di Cerbaia, San Casciano Val di Pesa.

Programma completo EatPrato e prenotazioni per i laboratori sensoriali su www.eatprato.it.

 

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button