Info & Viaggi

Donne vino e cinema”

Donne vino e cinema. ”Le Donne del Vino hanno iniziato le celebrazioni per il 30° anniversario dalla loro fondazione in Palazzo Vecchio a Firenze. È qui, infatti, che il 19 marzo 1988 è nata l’Associazione su iniziativa di Elisabetta Tognana con lo scopo di promuovere il ruolo delle donne nella società e la cultura del vino.
La nostra redazione era presente a questo evento che segna un punto di arrivo e di ripartenza per le  770  socie presenti in ogni regione d’Italia divise tra produttrici, sommelier, ristoratrici, enotecarie, giornaliste e esperte del mondo del vino.

L’assessora alle Relazioni Internazionali, Cooperazione, Turismo e Marketing territoriale di Firenze, Anna Paola Concia, ha dato Il via alle manifestazioni per questo 30° anniversario insieme alla Fondatrice, della Presidente Nazionale Donatella Cinelli Colombini, alla delegata toscana Maria Giulia Frova, alla scrittrice Sveva Casati Modignani e al giornalista Massimo Giletti.
Le donne sono sempre più presenti nelle imprese anche se ancora non in modo paritario e specialmente nelle cariche più alte. Secondo i dati Unioncamere del 2015 il 21% delle imprese italiane sono dirette da donne e un terzo di esse sono agroalimentari o turistiche. Il 35% della forza lavoro agricola è femminile e dirigono il 28% delle cantine con vigneto e il 12% delle cantine industriali, il 24% delle imprese che commercializzano vino al dettaglio e il 12,5% di quelle all’ingrosso (dati Cribis- Crif).

Per questo la festa delle Donne del Vino è un momento di grande importanza, quale evento che si apre a tutti raccontando il mondo enologico dal punto di vista femminile. Tanti gli eventi che si susseguiranno in attesa dell’evento grande del 3 marzo che in questo 2018 avrà come tema “Donne vino e cinema”.
Si apriranno così le sale cinematografiche con degustazioni al cinema, dove saranno aperte anche bottiglie d’autore, il web si animerà con video racconti e i personaggi femminili saranno al centro del racconto del vino e sul vino.
Un programma ricco che vedrà le Donne del Vino aprire le aziende a incontri e degustazioni con mini lezioni sul vino ma anche eventi nelle enoteche, in ristoranti, nelle agenzie di PR, redazioni e tutti i luoghi dove le Donne del Vino operano giornalmente.
«A poco tempo dalla notizia del World Economic Forum che mette l’Italia all’82° posto nel mondo per il gender gap, le Donne del Vino con il loro dinamismo e i loro progetti danno una ventata di ottimismo all’intero universo femminile italiano» ha detto l’assessora Anna Paola Concia. È evidente, quindi, che c’è ancora tanto da fare e non solo nel mondo del vino.

La giornata inaugurale si è conclusa con il taglio della Torta fatta da una della socia Stefania Storai sommelier ed esperta di lievitati.

Roberta Capanni


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button