Notizie Italiane

Donne del Vino in festa e il Vinitaly toscano

L’idea lanciata dall’Assessore  all’agricoltura della Regione Toscana,  Marco Remaschi, di un Vinitaly “toscano” ha tolto un po’ l’attenzione all’incontro stampa organizzato per promuovere la prima Festa delle Donne del Vino.

“Un percorso ancora da studiare – ha dichiarato l’assessore –  sul quale dovremo confrontarci con i colleghi di giunta, con le organizzazioni professionali e con Consorzi e produttori.”
Sorpresa ma contenta la neo Presidente nazionale delle Donne del Vino, Donatella Cinelli Colombini, che ha ideato la festa delle Donne del Vino, evento unico nel suo genere.

Le Donne del Vino sono una realtà che racchiude al suo interno  produttrici, enologhe, enotecarie, giornaliste, sommelier ed  esperte legate al mondo del vino, nata nel 1988 conta oggi 650 iscritte in Italia. La Toscana fa da apripista ad un evento a questo primo evento, evento che ogni anno  affronterà un tema e che se per  il 2016 sarà incentrato sul “Vino in tavola” nel 2017 affronterà un argomento apparentemente al maschile come “Vino e Motori”.

Donatella Cinelli Colombini ha ricordato che le donne oggi non solo sono protagoniste in azienda ma attente consumatrici, sono più consapevoli e desiderose di avere un ruolo primario in un settore che esiste da 8000 anni!  “Le donne –  afferma  Colombini – sono più attente per loro natura, cercano l’abbinamento giusto per l’occasione”.

Antonella D’Insanto Presidente delle Donne del Vino della Toscana ha dichiarato “ Il nostro non è un progetto di genere ma vogliamo unirci alle nostre consumatrici.Le donne fanno vini più profumati e scelgono il vino a cui accostano il piatto più adatto. Lo fanno con amore, passione e serenità – conclude D’Insanto.

E lo spazio per crescere c’è anzi, la sensibilità delle donne, che oggi spesso in azienda  iniziano ad occuparsi di  comunicazione, proprio la  parte che fino ad ora è stata carente nelle aziende italiane, può essere il volano per fare ancora meglio. Perché, come ha ricordato l’assessore Remaschi,  “la produzione italiana è superiore a quella francese ma i ricavi sono la metà.”

Per quanto riguarda gli eventi di questa prima festa delle Donne del Vino, che ogni anno si svolgerà il sabato precedente l’8 marzo,  sono cinque gli appuntamenti messi in campo tra arte, musica, sfilate di moda e piccoli educational sul vino in tavola. Firenze, Siena, Prato, Grosseto e Livorno i territori che accoglieranno gli eventi.
www.donnedelvino.com 

Roberta Capanni

Eventi Firenze:  Firenze Chalet Fontana, Greve in Chianti Castello di Querceto, Pontassieve fattoria di Vetrice.
Eventi Siena: Fattoria del Colle di Trequanda, Montalcino fattoria dei Barbi, Montepulciano Tenuta di Valdipiatta, Valiano di Montepulciano presso La Dogana con Palazzo Vecchio e Fattoria di Petroio.
Eventi Prato: Incontro a palazzo Buonamici “Giovani e Creative”, Artimino Villa La Ferdinanda.
Eventi Grosseto: Distilleria Nannoni “La cena della Grappa”, Manciano Fattoria la Maliosa.
Eventi LIvorno: Montescudaio AZ. Le colline di Sopra.


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Sonia Biasin

Giornalista pubblicista, diploma di sommelier con didattica Ais e 2 livello WSET. Una grande passione per il territorio, il vino e le sue tradizioni.

Articoli correlati

Back to top button