Dalle statistiche ISMEA al carrello spesa

Dalle statistiche ISMEA al carrello spesa

Print Friendly, PDF & Email

Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, ovvero ISMEA, l’ente pubblico che attraverso studi e ricerche, fornisce informazioni sul Mercato Agricolo.

Un operato di rilevante importanza che va ad agevolare non solo il rapporto con il sistema bancario, finanziario e assicurativo, ma riduce i rischi inerenti alle attività produttive e commerciali, supporta programmi d’investimento in piccole e medie imprese dei settori agricolo, agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura.

Il carrello della spesa, riscontra ciò che l’ISMEA ad ampio raggio annota, confrontando non solo le variazioni da una settimana all’altra e in ogni settore agroalimentare, rilevando ed elaborando le quotazioni di oltre 300 mercati italiani, ma registra e confronta le tendenze mensili fino a quelle annuali, elaborando gli elementi che vanno a determinare le variazioni in questione.

prezzi-agricoli-ismea-720x294Lo scorso mese di marzo, l’ISMEA ha registrato un incremento dei prezzi dei prodotti agricoli alla prima fase di scambio, una crescita dell’1,5% su base mensile dei settori: vegetale e zootecnica.

Tra le coltivazioni, spicca il dato positivo della frutta (+13,2%) con punte particolarmente positive per gli agrumi, mele e pere. Dopo i rincari degli scorsi mesi, l’olio di oliva rallenta registrando (+0,2%), quasi stabile senza evidenti variazioni rispetto ai mesi passati il settore dei i vini, mentre gli ortaggi cedono del 5%.

Anche il settore zootecnico nel mese di marzo ha registrato una variazione in positivo dell’1,2% da attribuire alla ripresa dei listini del bestiame vivo (+2,1%) e dei prodotti lattiero caseari (+0,5%).

Il confronto su base annua dei prezzi annota una progressione del 3%, nel far la spesa evidenti i rincari di alcuni prodotti alimentari, quali l’olio di oliva circa (+73,6%) e della frutta (+29% su marzo 2013).

Si spera che le condizioni ambientali e atmosferiche primavera-estate 2015, si presentino clementi, per poter contare su raccolti lineari in quantità e qualità, tanto da riscattarsi dall’infelice annata 2014.

Angela Merolla

About The Author

Related posts

1 Comment

  1. Pingback: Dalle statistiche ISMEA al carrello spesa

Comments are closed.