Notizie Italiane

Cibus 2014, punta export-oriented

È tutto pronto per la 17° edizione di Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione, che Fiere di Parma e Federalimentare, in solido abbinamento, hanno fatto diventare la principale fiera alimentare italiana e che si terrà a Parma dal 5 all’8 maggio 2014.

Cibus è l’unica Fiera in Europa che si dedica completamente alle nuove tendenze e trend del mondo alimentare, da anni il punto di riferimento per il settore agroalimentare italiano, caratterizzata dalla presenza di prodotti di altissima qualità, marchi famosi e stand raffinati.

A Cibus le principali aziende del panorama nazionale presentano prodotti, packaging e sistemi di vendita e marketing ad un pubblico professionale. Il crescente interesse delle imprese alimentari per l’export si riflette nelle adesioni all’edizione 2014 e molte sono le imprese iscritte per la prima volta.
La Fiera intende essere occasione di ogni possibilità  di contatto e spunto di sviluppo e sostegno della proiezione export-oriented delle  aziende italiane, soprattutto PMI. Per assicurare il successo dell’internazionalizzazione del food made in Italy tali imprenditori devono avere le idee chiare su come penetrare i mercati esteri, come entrare nelle dinamiche, quali mercati sono promettenti e per quali prodotti.

Nel 2013 Cibus ha incontrato le catene distributive in Russia, Thailandia, Brasile, USA e Giappone. Un prodotto alimentare italiano su cinque viene venduto all’estero, quasi il 40% delle imprese alimentari è già impegnato sui mercati internazionali. L’export alimentare nel 2013 ha fatto registrare un giro d’affari di 27 miliardi di euro, con un incremento del +6,5% sull’anno precedente. Il prodotto italiano viene esportato ovunque: 62,5% in Europa, 10,6% negli Usa, 1,8% in America Latina, 1,5% in Australia, 1,7% in Medio Oriente, 5,3% in Asia, 0,7% nel Sud Est Asiatico (dati 2013 Federalimentare).
Questa sarà un’edizione record anche per la presenza di buyer esteri.

Diversi sono gli eventi in tal senso programmati in Cibus 2014, dal convegno «Alimentiamo le vendite», in cui verranno presentate le realtà della ristorazione “di flusso” con testimonianze delle imprese attive nel duty free e negli spazi travel dove sarà rappresentato anche il mondo della ristorazione, al convegno «Quale futuro per la promozione delle vendite», promosso dall’Università di Parma e da Nielsen, con focus sulla leva promozionale nella grande distribuzione e su come migliorarne la qualità.

Rimanendo nel campo della grande distribuzione, anche in questa prossima edizione di Cibus verrà consegnato un premio a quelle catene distributive estere che meglio hanno valorizzato il prodotto alimentare made in Italy. L’evento, intitolato «Le operazioni delle più importanti catene internazionali per spingere l’italian food», oltre al premio, prevede una presentazione dei mercati più promettenti per il prodotto italiano ed una tavola rotonda con produttori e retailer italiani.

Maura Sacher


Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni offriamo una informazione libera a difesa della filiera agricola e dei piccoli produttori e non ha mai avuto fondi pubblici. La pandemia Coronavirus coinvolge anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, è semplicemente ridotta e non più in grado di sostenere le spese.
Per questo chiediamo ai lettori, speriamo, ci apprezzino, di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di lettori, può diventare Importante.
Puoi dare il tuo contributo con PayPal che trovi qui a fianco. Oppure puoi fare anche un bonifico a questo Iban IT 47 G 01030 67270 000001109231 Codice BIC: PASCITM1746 intestato a Club Olio vino peperoncino editore
Facendo un bonifico - donazione di € 50,00 ti recapiteremo la Carta Sostenitore che ti da il diritto di ottenere sconti e pass per gli eventi da noi organizzati e per quelli dove siamo media partner.

Articoli correlati

Back to top button